Buongiorno, spin-off B2B e cessione 60% a Francisco Partners

venerdì 5 agosto 2011 18:41
 

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Buongiorno BVIT.MI annuncia la separazione del business B2B in una nuova società e la cessione del 60% della newco all'operatore Francisco Partners, sulla base di una valutazione dell'asset di 110 milioni di euro.

Le attività oggetto dell'accordo, si legge in un comunicato del gruppo attivo nei servizi per la mobile connected life, l'anno scorso hanno registrato ricavi per 50 milioni e un Ebitda di 8 milioni.

Con l'operazione, la posizione finanziaria netta di Buongiorno migliorerà di 50 milioni di euro.

L'esecuzione dell'accordo è subordinata alla firma di un contratto per l'acquisizione dalla giapponese Mitsui (8031.T: Quotazione) delle quote di minoranza di B!India e B!Digital. Le due società hanno concluso un accordo non vincolante per effettuare la transazione sulla base di un prezzo di circa 23 milioni di euro. Mitsui è il secondo azionista di Buongiorno, con il 5,2% del capitale.

La newco acquisirà il 100% di iTouch Australia Ltd, B!Digital Innovation India, B!Digital e delle partecipate, nonché alcuni contratti, le persone dedicate a queste attività, e specifici diritti IP da Buongiorno.

Alla conclusione dell'operazione, Buongiorno avrà il 40% della newco e incasserà 44 milioni al closing (di cui 23 milioni saranno utilizzati per pagare Mitsui); altri 36,7 milioni verranno pagati in maniera differita, con scadenza quinquennale e con un tasso dell'8% capitalizzato. Buongiorno riceverà anche un warrant equivalente al 10% del capitale della newco.

Contestualmente, Buongiorno ha comunicato i risultati del primo semestre, che si è chiuso con ricavi in calo del 3%, a 122,8 milioni, un Ebitda sceso a 16,7 milioni da 17,3 milioni della prima parte dell'anno scorso e un utile netto di 3,1 milioni (5,4 milioni un anno prima).

I clienti Reuters possono leggere i comunicati integrali cliccando su [nBIA051ab] [nBIA051a8]