PORTAFOGLI -Banche Ue, riscossa lontana, ipoteca rischio sovrano

giovedì 28 luglio 2011 11:37
 

* Stress test non sono stati market mover

* Valutazioni storicamente basse, ma volatilità eccessiva

* Margini compressi da normativa, costo e bisogno capitale

MILANO, 28 luglio (Reuters) - Riscossa ancora lontana per i bancari europei. L'esito degli "stress test" e l'ultimo aggiornamento sui requisiti patrimoniali per le banche non sono bastati a sgombrare il campo dall'incertezza: nonostante valutazioni in alcuni casi a minimi storici, la maggior parte degli investitori si rifiuta di scommettere, anche selettivamente, su un settore che continua ad essere messo sotto pressione dalla crisi del debito sovrano.

E' quanto emerge dall'ultimo sondaggio Reuters fra 12 investitori attivi in Italia.

"Questo mese siamo rimasti in sottopeso perchè è un settore correlato alla crisi sovrana, gli stress test non sono stati market mover perchè hanno confermato quello che ci si aspettava", ha detto Sergio Bertoncini, strategist di Amundi sgr.

Gli istituti di credito del Vecchio Continente , legati a doppio filo ai differenziali di rendimento sovrani, sono stati il peggiore settore da inizio anno (cedendo oltre il 12%), penalizzati dai timori di default della Grecia e dall'impasse politica Usa sull'innalzamento del tetto del debito.

"Le valutazioni sono scese su livelli storicamente molto bassi con price to book in alcuni casi anche sotto 1, ma questo dipende dall'atteggiamento dei mercati nei confronti della crisi sovrana", ha aggiunto Bertoncini.   Continua...