ASSET ALLOCATION ITALIA - Sondaggio Reuters luglio

venerdì 29 luglio 2011 15:01
 

* Liquidità sale a luglio al 12% da 8,2% giugno

* Ridotto equity ma aumentano overweight Tokyo, Sud America

* Servizi ciclici settore più in sovrappeso a luglio

di Maria Pia Quaglia

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Nel mese in cui la crisi del debito sovrano dell'area euroha contagiato l'Italia, i portafogli degli investitori attivi nel Bel Paese si alleggeriscono di azioni e, in misura minore, di bond.

La liquidità realizzata non viene reinvestita, in attesa di maggiore chiarezza sull'implementazione del secondo piano di aiuti alla Grecia e sull'esito dei negoziati sul debito Usa.

"Abbiamo ridotto l'esposizione all'equity, portandola al 40%, in buona parte in Europa ma anche in Usa, realizzando soprattutto quando ci sembrava che il mercato azionario non scontasse quello che (di negativo) accadeva sui governativi", ha detto Nicola Trivelli, direttore generale di Sella Gestioni sgr. "Abbiamo poi aumentato il cash al 10%, anche per andare a cogliere i maggiori rendimenti della liquidità".

In termini di allocazione aggregata il consueto sondaggio mensile, condotto da Reuters fra 12 primari gestori con la collaborazione di Lipper, evidenzia infatti un aumento al 12% della liquidità media in un portafoglio bilanciato (dall'8,2% di giugno). Il peso delle borse scende di ben oltre due punti percentuali al 46,3% (dal 48,8%) e quello del reddito fisso viene limato al 38,6% dal 39,8% (vedi tab.1).   Continua...