PORTAFOGLI-Usa,Pioneer punta su large cap più immuni da economia

lunedì 4 luglio 2011 15:49
 

* Casi come Ipo LinkedIn non indicativi di bolla tech

* Google e Microsoft trattano su valutazioni molto a sconto

* Opportunità fra emittenti carte credito come Capital One

MILANO, 4 luglio (Reuters) - Dopo la corsa delle piccole e medie capitalizzazioni Usa, i prezzi a Wall Street sono a sconto solo fra le "large cap" Usa: titoli come Comcast (CMCSA.O: Quotazione), Apple (AAPL.O: Quotazione), 3M (MMM.N: Quotazione) rappresentano infatti alcune delle maggiori scommesse del fondo Pioneer US Research, gestito da un team di analisti fondamentali guidato da Paul Cloonan.

Un'attività di ricerca, quella del fondo della controllata di Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), che cerca in utili e valutazioni attraenti uno scudo al contesto, ancora in chiaroscuro, dell'economia statunitense.

"Non costruiamo il nostro portafoglio sulla base di un determinato scenario economico, cerchiamo semplicemente di selezionare quei titoli che faranno bene in contesti diversi", sottolinea Cloonan.

E' il caso del fornitore di servizi di pay-TV, internet e telefonia Comcast, acquistato a ridosso dell'acquisizione di NBC Universal, ma anche "un buon titolo da avere in portafoglio adesso perchè avrà utili piuttosto stabili qualsiasi cosa faccia l'economia. Abbiamo buone valutazioni, buoni fondamentali e non dobbiamo davvero preoccuparci dell'economia", ha detto.

D'altra parte i fondamentali per il mercato azionario, secondo il gestore, sono piuttosto robusti anche guardando avanti: la Fed dovrebbe lasciare i tassi sui minimi storici ancora per diverso tempo e una crescita economica del 2-3% sarà sufficiente per generare utili interessanti, anche se le trimestrali a giugno dovrebbero riservare meno sorprese positive di quelle dei primi tre mesi del 2011.   Continua...