PUNTO 2 - Metroweb, A2A e fondo Stirling cedono a F2i e Intesa

martedì 31 maggio 2011 09:26
 

(aggiunge quote Intesa F2i, interesse Fastweb)

MILANO, 31 maggio (Reuters) - A2A (A2.MI: Quotazione) e il fondo Stirling Square Capital Partner hanno sottoscritto ieri sera un accordo con il fondo F2i e Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), per la cessione delle loro quote in Metroweb.

Lo dice una nota, aggiungendo che per A2A l'incasso è di circa 53 milioni e la plusvalenza di 38 milioni.

L'enterprise value della cessione è di 436 milioni di euro, quindi con un multiplo di oltre 10 volte l'Ebitda.

F2i avrà l'87,5% del capitale, Intesa il 12,5%. È previsto un finanziamento guidato da Banca Imi e Mediobanca, con Banco Santander, Societé Generale e Centrobanca, dice una nota Intesa. Il closing è previsto entro la fine di giugno 2011.

I soggetti in gara per la società che detiene una rete di fibra ottica nell'area milanese erano, oltre a Intesa Sanpaolo e F2i: Axa Private Equity Infrastructure, Antin Infrastructure e, in cordata, Wind, Vodafone Italia (VOD.L: Quotazione) e il fondo Clessidra.

A2A ha deciso di non convertire il bond, che le consentirà, "una volta esercitato, di detenere un 25%, con un diritto di cessione entro il 30 novembre 2013 alle stesse condizioni più un rendimento finanziario".

L'operazione è stata seguita da Lazard, come advisor finanziario, cui era stato conferito il mandato da parte di entrambi gli azionisti della società, quindi dal fondo Stirling Square Capital Partner e da A2A.   Continua...