6 maggio 2011 / 10:41 / 6 anni fa

PORTAFOGLI-Wall Street, occasioni su finanziari,tech -Legg Mason

* Microsoft, prezzo attuale "del tutto irrazionale"

* Questione debito pubblico USA cruciale per Wall Street

* High yield solo selezionati

MILANO, 6 maggio (Reuters) - Finanziari, tecnologici come Microsoft (MSFT.O) e farmaceutici sono i "saldi" da non perdere a Wall Street insieme alle "mega cap" (grandissime capitalizzazioni) e ai titoli cosiddetti "deep value" (basso rapporto prezzo/valore di libro, elevata generazione di cassa, spesso leva operativa e finanziaria).

Ne è convinto Bill Miller, direttore investimenti di Legg Mason Capital Management, società del gruppo di gestioni Usa Legg Mason (LM.N).

"Tutti affollano le arene dei settori energia, materie prime e delle piccole e medie capitalizzazioni", ha detto Miller in un'intervista scritta a Reuters.

Se è vero che lo S&P 500 è reduce dal migliore trimestre dal 1998, gli unici settori a spingere il benchmark sono stati proprio quello energetico (+16,8%) e quello industriale (+3% circa).

"Solitamente non è un segnale di salute, specialmente quando a guidare (il rialzo) sono gli stessi gruppi che fondamentalmente hanno guidato il mercato negli ultimi dieci anni", fa notare il manager.

Le occasioni vanno dunque cercate altrove, ad esempio in un titolo come Microsoft (MSFT.O). "Attualmente tratta a meno della metà di quanto quotava a fine 1999, nonostante una crescita annualizzata degli utili dell'11% in dieci anni", ha detto, citando le elaborazioni di Value Line. "Tratta sugli stessi livelli del 1998... a nostro avviso era cara allora ed è a sconto oggi", ha aggiunto ricordando che la societaà di Bill Gates ha perso il 7% nel 2010 in un mercato in rialzo del 15%.

Adesso il titolo tratta inoltre a un rapporto fra prezzo e utili simile a quello di Pfizer, che ci si aspetta cresca del 3%-4% rispetto al +15% di Microsoft.

"L'attuale valutazione è del tutto irrazionale", conclude.

S&P VISTO A 1.400-1.500 PUNTI A FINE 2011 MA STIMA PRUDENTE

Di qui a fine anno l'indice S&P 500 dovrebbe guadagnare il 5-10% a 1.400-1.450 punti, una stima che la stessa casa di gestione ha ragione di ritenere "conservativa"; nei prossimi mesi, inoltre, esiste un rischio di downside del 5-10% a 1.200-1.250 punti. Il mercato statunitense risentirà infatti della fine del "quantitative easing" della Federal Reserve e delle decisioni del Congresso in tema di debito pubblico.

Secondo David E. Nelson, Senior Vice President & gestore di Legg Mason Capital Management, sarà proprio il tema del debito pubblico a tenere banco sul mercato azionario Usa anche nei prossimi anni.

"Riteniamo che la chiusura del deficit strutturale del bilancio federale sia una questione chiave, forse 'la' questione chiave che il mercato azionario Usa dovrà affrontare nei prossimi 3-5 anni", ha sottolineato Nelson. "Una soluzione soddisfacente di questa questione potrebbe creare le condizioni per un trend rialzista pluriennale. In caso contrario le conseguenze potrebbero essere pesanti per l'economia, i mercati finanziari e il paese".

PROBABILE CORREZIONE MERCATO CREDITO PROSSIMI MESI

Sul fronte obbligazionario in Legg Mason destano più preoccupazione gli effetti depressivi della corsa del petrolio sulla crescita che le pressioni inflazionistiche.

"Riteniamo che la ripresa economica globale potrebbe non continuare a svilupparsi al ritmo che i mercati stanno prezzando attualmente e che resti probabile una correzione del mercato del credito nei prossimi mesi", ha detto Dipankar Shewaram, gestore del fondo Global Credit Absolute Return Fund.

Il gestore preferisce le emissioni di finanziari (titoli subordinati) a quelle di industriali e utility e tra gli high yield seleziona il gestore aeroportuale BAA (FER.MC) e l'utility Anglian Water. La duration sui governativi dovrebbe mantenersi "modestamente lunga" in futuro, con un'esposizione concentrata sul trentennale Usa e sul decennale tedesco.

(Maria Pia Quaglia)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below