Aeroporti, Hochtief mette in vendita concessioni

mercoledì 20 aprile 2011 17:30
 

AMSTERDAM/FRANCOFORTE/MILANO, 20 aprile (Reuters) - La società di costruzioni tedesca Hochtief (HOTG.DE: Quotazione) punta ad includere soltanto il segmento aeroportuale nella vendita della divisione dedicata alle concessioni, il cui iter partirà il mese prossimo.

E' quanto riferiscono quattro fonti vicine alla materia.

Per poter attrarre compratori, Hochtief ha deciso di escludere le altre concessioni in portafoglio, riguardanti strade, ospedali e scuole.

Sebbene il valore degli asset in vendita cali di circa un quinto, aumentano le possibilità di attirare l'interesse di investitori finanziari, come fondi infrastrutturali.

Hochtief Concessions controlla il 26,7% dell'aeroporto di Atene, il 37,3% dello scalo di Budapest, il 20% dell'aeroporto di Duesseldorf, il 34,8% dello scalo di Amburgo, il 5,6% dell'aeroporto di Sydney e il 47% dello scalo di Tirana.

In passato, un settimanale aveva scritto che il dossier delle concessioni di Hochtief era allo studio di Sintonia, holding infrastrutturale che vede Edizione Srl della famiglia Benetton al 66,4% del capitale, Gic al 17,68% e Goldman Sachs Infrastructure Partners (GS.N: Quotazione) al 9,98%. La stessa Gic e il fondo infrastrutturale di Goldman erano indicati come potenziali acquirenti della divisione di Hochtief.

Il settimanale aveva riferito di contatti fra Stefano Cao, AD di Sintonia, e Atlantia (ATL.MI: Quotazione), in vista di un possibile coinvolgimento nell'offerta, ipotesi che pare tramontare alla luce della limitazione dell'operazione alle sole concessioni aeroportuali.