PUNTO1- Coin, a ieri niente accordo Pai/BC ma negoziato prosegue

martedì 1 marzo 2011 12:39
 

(aggiunge fonti su trattativa, background)

MILANO, 1 marzo (Reuters) - Financiere Tintoretto, azionista di maggioranza di Coin GCN.MI, e BC Partners non hanno raggiunto un accordo ieri al termine del periodo di esclusiva sulla cessione della quota di controllo nel gruppo retail, ma le trartative con il fondo di private equity proseguono.

Lo comunicano Financiere Tintoretto in una nota, senza dare altri dettagli, e alcune fonti a conoscenza del dossier.

La holding, inoltre, esprime "piena soddisfazione" per i risultati preliminari del 2010 del gruppo Coin, comunicati ieri.

Una fonte puntualizza che "il processo va avanti", ovvero Pai Partners, a cui fa capo la maggioranza di Financiere Tintoretto, è tuttora intenzionata a vendere.

Caduta l'esclusiva, il negoziato prosegue con BC - "non c'è rottura, è scaduta solo l'esclusiva" - ma, secondo diverse fonti, rientra in gioco l'accoppiata Cvc-Carlyle, che era stata selezionata dagli adviser di Pai, Ubs e Mediobanca, in una short-list che comprendeva la divisione di private equity di Goldman Sachs, che ha fatto marcia indietro a fine gennaio, prima della concessione dell'esclusiva a BC.

"La valutazione a cui erano arrivate ieri le trattative era intorno al prezzo di chiusura di Coin", spiega una delle fonti. Ieri, il titolo ha chiuso a 7,64 euro. Poco prima delle 12,30, cede il 4,7%, a 7,28 euro, con volumi elevati, oltre sette volte la media di un'intera seduta, esprimento oggi una capitalizzazione di mercato di circa 1 miliardo.

Il riferimento ai risultati preliminari 2010 nella nota sembra fare intendere che BC non abbia riconosciuto a Coin il valore attribuito da Pai. Sul mercato, da tempo circola la voce che l'operatore di private equity guidato in Italia da Raffaele Vitale punti ad ottenere una valorizzazione di 1,6 miliardi per la società retail, che corrisponde ad oltre 11,1 euro per azione.   Continua...