February 28, 2011 / 9:41 AM / 6 years ago

PORTAFOGLI - Borsa Usa, appeal divide, c'è chi preferisce Europa

4 IN. DI LETTURA

* Fondamentali Usa macro e micro solidi

* Opportunità Usa su tech, energia, titoli in M&A

* Rischio correzione aumentato con crisi Nord Africa

* Ma valutazioni Europa "sensibilmente più basse"

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - L'abbondante liquidità garantita dalla Federal Reserve per la prima parte dell'anno, fondamentali in miglioramento anche sul versante dei consumi e una corporate America che sfoggia bilanci robusti: le ragioni per scommettere su Wall Street sembrano non mancare. A meno di non ritenere che siano già ampiamente incorporate nei prezzi, soprattutto al confronto con l'azionario dell'altra sponda dell'Atlantico.

L'appeal di Wall Street spacca in due il campione degli otto primari gestori che hanno preso parte questo mese al consueto sondaggio Reuters sulle scelte di investimento in Italia.

"Manteniamo una view positiva sull'azionario Usa, anche se i rischi di una correzione di breve sono aumentati con la crisi in Medio Oriente", ha detto Sergio Bertoncini, strategist di Amundi sgr (CAGR.PA) (SOGN.PA).

Bertoncini cita l'andamento dei consumi del quarto trimestre "cresciuti molto rispetto ai mesi precedenti e che pesano per il 70% del Pil", l'attività manifatturiera - tornata ai massimi dal maggio 2004 - e la risalita degli indici di fiducia.

Ma, per lo strategist, lo scenario è roseo anche a livello micro e si inserisce in un contesto in cui la Federal Reserve dovrebbe lasciare intatti i tassi di interesse almeno fino alla fine dell'anno.

"Le trimestrali hanno dato sorprese positive maggiori di quelle negative sia a livello di fatturato che di utili", ha sottolineato Bertoncini.

Le occasioni più interessanti, per lo strategist, sono su titoli di aziende potenzialmente coinvolte in fusioni e acquisizioni e player dei settori tecnologico, energetico e industriale.

Ma per Francesco Fonzi, senior portfolio manager di Credit Suisse AM sgr CSGN.AX, Wall Street è attualmente una borsa meno interessante rispetto ai listini europei innanzitutto per una questione di valutazioni, "che nel Vecchio Continente sono sensibilmente più basse rispetto a quelle Usa".

Lo S&P 500 ha guadagnato quasi il 26% dall'inizio del settembre scorso.

Inoltre, "si preannuncia una fine anticipata del 'quantitative easing' e l'economia Usa è sfasata rispetto a quella Ue, quindi il mercato azionario ha già goduto della solidità della congiuntura", aggiunge Fonzi.

Se si assume che le rivolte in Nord Africa avranno un impatto contenuto, "l'Ue adesso gode di maggiore stabilità al traino di una Germania che cresce al ritmo del 4% e grazie a piani di salvataggio messi in campo dai governi l'anno scorso", puntualizza il gestore. Per Sella Gestioni sgr, viceversa, Wall Street beneficia proprio dell'incertezza che c'è sugli altri mercati geografici, innanzitutto l'Europa e non ultimi gli emergenti.

"I flussi su Wall Street resteranno sostenuti, le valutazioni non sono eccessive anzi, ci sono società molto ricche di cash e che quindi possono fare buy back, operazioni di M&A e investimenti in tecnologia", ha detto il direttore investimenti Nicola Trivelli.

Nei prossimi mesi si raccoglieranno ancora i frutti di politiche fiscali accomodanti e anche la debolezza strutturale del dollaro offrirà supporto.

"Da fine 2011 vedo qualche problema in più per gli Stati Uniti perchè resta il problema del debito", avverte Trivelli. "Quando il mercato prenderà atto che un debito del genere non è sostenibile bisognerà vedere in che condizioni sarà l'economia e quindi le entrate fiscali".

Il sondaggio integrale sull'asset allocation di febbraio sarà pubblicato oggi alle ore 15.

Maria Pia Quaglia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below