Fondo Pimco taglia debito Usa in portafoglio a minimi 2 anni

lunedì 14 febbraio 2011 18:36
 

NEW YORK, 14 febbraio (Reuters) - Il Total Return Fund di Pimco PTTRX.O, maggior fondo obbligazionario statunitense, in gennaio ha ridotto l'esposizione del suo portafoglio a titoli legati all'emittenza sovrana Usa, portandola al minimo di almeno due anni mentre ha alzato l'investimento in cash e obbligazionari di altri paesi sviluppati.

Lo si legge sul sito della società di gestione, leader mondiale dell'obbligazionario. Il peso della categoria debito Usa legato all'emittenza governativa, che include i Treasuries, scende nel mese al 12% del portafoglio, dal 22% di dicembre.

Bill Gross, gestore di oltre 1.100 miliardi di dollari per la casa in qualità di co-chief investment officer, ha più volte stigmatizzato il deficit spending Usa e l'impatto inflazionistico di questa politica.

La sua scelta è quella di comprare bond con rendimenti "sicuri e più alti" come i corporate, in modo da controbilanciare l'effetto prezzi.

L'aggiornamento Pimco e il suo pessimismo sulla carta Usa sono precedenti al budget ufficializzato oggi dall'Amministrazione Obama, che promette di tagliare 1.101 miliardi di dollari di deficit in un decennio.

Il debito Usa in mano alle gestioni Pimco in gennaio è in percentuale a un minimo dal febbraio 2009, quando il suo peso era 15% del portafoglio.

Pimco Total Return fund ha perso da inizio anno all'11 febbraio lo 0,34% contro -1,225% del benchmark US Treasury/Agency Master compilato da Bank of America Merrill Lynch. Nel 2010 il fondo ha reso il 7%.

In gennaio Gross ha tagliato i titoli di debito mortgage-related aggiungendo cash e debito di paesi sviluppati non-Usa, si legge sul sito. Invariati i pesi in portafoglio di corporate investment grade, high-yield, mercati emergenti e bond degli enti locali.

Da ottobre il rendimento del benchmark 10 anni Usa US10YT=RR è salito di 1,25 punti percentuali. Oggi alle 18,30 il titolo rende circa 3,62%.