PORTAFOGLI-Equity Italia sottovalutato, piacciono Eni,Enel-Ignis

venerdì 11 febbraio 2011 14:52
 

* Possibile correzione borse nel breve

* Wall Street e mercati emergenti asiatici in ipercomprato

* Meglio assicurativi dei bancari

MILANO, 11 febbraio (Reuters) - C'è il rischio di una correzione delle borse a breve - anche se il futuro dei mercati azionari resta roseo - ma in Italia le valutazioni restano attraenti.

Questa l'opinione di Ignis Asset Management, che di recente ha ridotto il sovrappeso sulle borse e, nel nostro paese, scommette su Eni (ENI.MI: Quotazione) ed Enel (ENEI.MI: Quotazione).

"In Europa ci piacciono la Spagna e l'Italia dove... a nostro avviso, i timori per il debito hanno avuto pesanti ricadute sulle blue chip", ha detto a Reuters James Smith, chief investment officer, specialist funds di Ignis.

Le aree geografiche preferite sono quella europea - anche Austria e Finlandia - e, in misura minore, il Giappone. In sottopeso Stati Uniti e Canada, l'Asia ex borsa di Tokyo e i mercati emergenti "sui timori di elevate valutazioni e condizioni di ipercomprato".

La preoccupazione per nuovi aumenti dei tassi di interesse in Cina e la paura che le autorità dei paesi emergenti asiatici non siano in grado di tenere a bada l'inflazione, senza compromettere la crescita, hanno spinto gli investitori a prendere beneficio sui mercati di questi paesi. L'indice regionale MSCI ha cancellato il rialzo accumulato da inizio anno ed è negativo del 3% dopo aver guadagnato il 15% nel 2010.   Continua...