Snai,integrazione prezzo vendita non vincolata a earn-out minimo

martedì 1 febbraio 2011 13:49
 

MILANO, 1 febbraio (Reuters) - Snai (SNAI.MI: Quotazione) precisa in una nota che l'integrazione del prezzo prevista dall'accordo di cessione della società a Investindustrial e Palladio non è vincolata a un prezzo minimo di un futuro disinvestimento dei nuovi proprietari o a un valore minimo di eventuali dividendi.

Lo spiega una nota della società. "Si precisa che l'integrazione di prezzo sarà dovuta a prescindere dal prezzo di vendita delle azioni di Global Games o di Snai, a seconda dei casi, o dall'importo degli utili/riserve eventualmente distribuite da Snai, non essendo previsto alcun prezzo minimo di vendita né importo minimo di utili/riserve al di sotto del quale l'integrazione di prezzo non sia dovuta".

Snai Servizi ha stretto un accordo per la vendita del 51% di Snai al veicolo Global Games a 2,3646 euro per azione più un eventuale sovrapprezzo legato al valore del disinvestimento, totale o parziale, degli investitori e all'incasso di utili o riserve distribuite dalla società.

Lo stesso trattamento è riservato a chi aderirà all'Opa obbligatoria che i nuovi proprietari lanceranno ad aprile.

L'integrazione, diceva la nota del 23 gennaio, sarà pari al 9,75% dei proventi relativi a ciascuna azione moltiplicato per il rapporto tra la partecipazione di maggioranza e la complessiva partecipazione azionaria acquistata da Global Games da Snai Servizi e all'esito dell'Opa.

Per leggere il comunicato integrale della società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA01488]

Nota del 23 gennaio [ID:nBIA23211]