PUNTO 1-Parmalat, gruppo fondi non intende aumentare quota-fonte

lunedì 31 gennaio 2011 18:01
 

(aggiunge commenti fonte, background)

MILANO, 31 gennaio (Reuters) - Il gruppo di investitori di Parmalat (PLT.MI: Quotazione) che ha firmato un accordo di coordinamento per presentare una lista per il Cda del gruppo alimentare non ha intenzione di aumentare la quota detenuta complessivamente nel capitale, pari al 15,3%.

Lo ha detto a Reuters una fonte vicina al dossier.

"I fondi hanno queste partecipazioni da tempo, cumulate tra di loro sono pari al 15,3%, non c'è intenzione di salire", ha detto la fonte.

"Sarebbero liberi di farlo, ma non è né necessario né nella strategia, si presentano con questo 15,3% e il loro obiettivo è quello di predisporre, presentare e votare una lista di maggioranza", ha aggiunto.

Una eventuale salita fino al 29,9%, ipotizzata la scorsa settimana da un quotidiano, "non è prevista dall'accordo e non è nell'intenzione dei fondi", ha precisato la fonte, sottolineando anche che rastrellare un altro 14% di titoli sarebbe un impegno finanziario di difficile implementazione.

I fondi firmatari dell'accordo - Skagen, Mackenzie Financial Corporation e Zenit Asset Management - hanno dichiarato che il loro obiettivo è quello di presentare alla prossima assemblea liste di candidati (amministratori e sindaci) che possano accompagnare il gruppo alimentare in una nuova fase di sviluppo e crescita.

L'accordo di coordinamento scadrà al termine dell'assemblea degli azionisti.   Continua...