Snai, chiusura trattativa Investindustrial-Vei non a breve-fonte

venerdì 14 gennaio 2011 18:43
 

MILANO, 14 gennaio (Reuters) - Non è attesa a brevissimo la conclusione della trattativa fra la cordata Investindustrial-Venice European Investment Capital (Vei) e gli azionisti per il passaggio della quota di controllo di Snai (SNAI.MI: Quotazione).

E' quanto riferisce una fonte vicina al dossier.

"Non sembra essere questione di ore", dice la fonte. "Le trattative proseguono".

Ieri, un quotidiano aveva scritto di negoziati "in dirittura d'arrivo".

Il 23 dicembre scorso è formalmente scaduta l'esclusiva, già prorogata il precedente 15 dicembre, concessa all'accoppiata di operatori di private equity, ma le trattative sono proseguite.

Secondo quanto riportato da vari organi di stampa, l'operazione prevede che la newco Global Games Srl acquisisca la partecipazione in Snai che fa capo a Snai Servizi, pari al 50,68% del capitale, e poi lanci un'Opa finalizzata al delisting.

Il quotidiano ipotizzava la firma del contratto per oggi. "Gli acquirenti", si leggeva, "dovrebbero acquistare la maggioranza per una somma di circa 300 milioni". UniCredit (CRDI.MI: Quotazione), maggiore creditore di Snai e advisor per la ricerca di un socio, secondo l'articolo, guiderà il pool di banche che dovrebbe rifinanziare a sette anni i 250 milioni di esposizione di Snai e avrebbe confermato altri 250 milioni di garanzie. Con il ricavato della cessione, concludeva il giornale, Snai Servizi rimborserà ad UniCredit 55 milioni di debiti.

Protagonista ieri di un deciso rialzo, oggi il titolo Snai ha perso il 3,34%, chiudendo a 2,68 euro.