Buyout, danese ISS rompe con fondo Apax, punta a IPO

venerdì 7 gennaio 2011 18:48
 

LONDRA, 7 gennaio (Reuters) - La società danese di outsourcing ISS [ISSHG.UL] ha rotto le trattative per un potenziale acquisto da parte dei fondi di private equity Apax, operazione valutata 8,5 miliardi di dollari e dice di puntare a una IPO.

Gli azionisti - Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) e il fondo chiuso svedese EQT - avevano già in passato esplorato l'idea del collocamento, ma poi era emersa l'idea di vendere la società, una leader moondiale dei servizi con oltre 500.000 dipendenti.

ISS, ha detto un portavoce, ha scritto ad Apax informandola della decisione di rompere. "Insieme ai nostri due global coordinators - Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) e Goldman Sachs -- abbiamo fatto preparativi importanti verso una possibile IPO che resta la soluzione preferita dai soci e dalla società", ha dichiarato a Reuters il Cfo di ISS, Jakob Stausholm.

A fermare i colloqi con Apax, una settimana fa, sono state differenze di prezzo atteso da compratori e venditori, ha spiegato una fonte bancaria vicina alla vicenda.