PUNTO 2-Firenze ferma pagamenti swap, agenzie valutano downgrade

martedì 14 dicembre 2010 18:31
 

(aggiunge nota Standard & Poor's)

di Valentina Za

MILANO, 14 dicembre (Reuters) - La decisione del Comune di Firenze di sospendere i pagamenti relativi a sei contratti di swap su tassi d'interesse stipulati con Dexia Crediop (DEXI.BR: Quotazione), Bank of America-Merrill Lynch (BAC.N: Quotazione) e UBS UBSN.VX ha spinto l'agenzia Moody's a valutare un possibile taglio del rating.

Moody's ha comunicato di aver messo sotto osservazione il rating 'Aa2' di Firenze, sul quale dovrebbe prendere una decisione nel corso delle prossime settimane.

Identica iniziativa prende in serata Standard & Poor's, che pone in 'creditwatch' negativo la propria valutazione di 'A+' sul lungo termine del Comune fiorentino.

La decisione di Firenze non ha precedenti tra gli enti locali cui Moody's assegna rating e, sebbene l'agenzia non ritenga che la decisione di non pagare segnali un peggioramento della situazione finanziaria dell'ente, ritiene però che "il comportamento di Firenze evidenzi delle questioni di governance relative alla prassi di gestione del debito che dovranno essere esaminate ulteriormente e potrebbero condurre a una riduzione del rating".

Quanto a S&P, una nota dell'agenzia spiega che il rating dell'ente locale "non verrà ridotto a 'SD' - selective default - se il mancato pagamento dei contratti swap è soggetto a una disputa legale 'bona fide'".

Per l'assessore al Bilancio, Angelo Falchetti, "il fatto che le agenzie mantengano il rating nonostante la sospensione dei pagamenti e monitorino con noi la situazione vuol dire che il Comune sta agendo in modo rigoroso e rispettoso delle regole".   Continua...