PORTAFOGLI - Raiffeisen scommette su borsa Tokyo, petroliferi

lunedì 13 dicembre 2010 11:18
 

* Scetticismo su Asia, punta su petroliferi russi, Sberbank

* Materie prime attese laterali in 2011

* Uscita da governativi periferici, preferisce corporate.

MILANO, 13 dicembre (Reuters) - Meglio un'azienda esposta ai consumi dei paesi in via di sviluppo che un titolo dei mercati emergenti, meglio i telefonici che i farmaceutici quando si sceglie di essere difensivi.

Parola di Kurt Kotzegger, Chief Investment Officer (azionario e asset allocation) di Raiffeisen Capital Management.

Il gestore austriaco, che a fine ottobre gestiva 31 miliardi di euro, ha recentemente ridimensionato l'esposizione ai mercati emergenti, complici i massicci afflussi di capitali e le pressioni inflazionistiche in Cina, riscoprendo la borsa di Tokyo, eccessivamente penalizzata dai malumori del mercato.

"Ci piacciono i fondamentali (dell'azionario giapponese) e pensiamo che ci sia stata una reazione eccessiva in termini di sentiment in estate e autunno", spiega Kotzegger.

Raiffeisen ha chiuso il sottopeso sull'azionario giapponese nel corso del terzo trimestre, portandosi in leggero sovrappeso nel quadro di un portafoglio bilanciato. "Si è rivelata una buona scelta fino ad oggi, specialmente nelle ultime settimane quando è aumentata la volatilità, ma non so se si tratterà di un investimento di lungo periodo", aggiunge.   Continua...