25 novembre 2010 / 09:47 / 7 anni fa

CORR-Mediobanca, banca in Tunisia con soci libici e arabi -fonte

Precisa azionariato Bia partecipata da Lybian Foreign Bank e non Lia

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Mediobanca (MDBI.MI) sta lavorando a un progetto per una nuova banca d'affari a Tunisi in compartecipazione con istituzioni e imprenditori dell'area nordafricana e Middle East.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione confermando quanto riportato oggi da Il Sole 24 Ore.

Il progetto è stato illustrato dall'AD Alberto Nagel al Cda nella riunione di martedì scorso, è in linea con i piani di espansione internazionale già annunciati e "non prevede investimenti di capitale significativi" da parte di Piazzetta Cuccia.

La costituenda banca opererà nell'investment banking, nel private banking e nell'asset management.

Mediobanca avrà circa il 30%, mentre l'imprenditore tunisino Slim Zarrouk sarà poco sopra questa quota. Al capitale parteciperanno anche altre istituzioni locali come Bia (controllata pariteticamente da Banque Exterieure d'Algerie e da Lybian Foreign Bank) o Lafico con quote tra il 5 e il 10%.

Il progetto attende le autorizzazioni di Bankitalia e della banca centrale tunisina.

(Gianluca Semeraro, Redazione Milano, +39 02 66.129.503; RM: gianluca.semeraro.reuters.com@reuters.net; email: gianluca.semeraro@thomsonreuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below