24 novembre 2010 / 17:54 / 7 anni fa

PUNTO 1-M&C, De Benedetti compra 16,87% Tamburi,Opa a 0,215 euro

(aggiunge dettagli, background)

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Carlo De Benedetti ha stipulato un contratto per l'acquisto del 16,87% del capitale di Management & Capitali (MACA.MI) dal gruppo Tamburi e, dato che raggiungerà una partecipazione complessiva del 44,42%, promuoverà un'Opa obbligatoria al prezzo di 0,215 euro per azione.

Il prezzo al quale verrà promossa l'Opa, si legge in un comunicato dello stesso De Benedetti, è il medesimo che si è impegnato a pagare per il pacchetto in mano a Tamburi Investment Partner (TIP.MI) e Secontip (80 milioni di azioni). Tamburi incasserà 17,2 milioni di euro e manterrà una partecipazione pari al 3,5% circa.

In una nota, Tamburi dice che le azioni erano state acquisite da Tip ad un prezzo medio di 0,15 euro e da SeconTip a 0,1228 euro l'una, con plusvalenze lorde, rispettivamente, del 43,3% e del 75,1%.

Il controvalore massimo dell'Opa sarà pari ad oltre 56,6 milioni di euro. L'importo sarà pagato da De Benedetti utilizzando, in parte, mezzi propri e, per il resto, ricorrendo all'indebitamento bancario.

L'esecuzone del contratto fra De Benedetti e Tamburi avverrà il prossimo 21 dicembre. Entro venti giorni dalla data di esecuzione verrà promossa l'Opa obbligatoria, depositando in Consob il documento di offerta.

De Benedetti dichiara l'intenzione di ripristinare il flottante in caso di adesioni all'Opa comprese fra il 90% e il 95% del capitale. In caso di superamento della soglia del 95%, l'Ingegnere anticipa che si avvarrà del diritto di acquistare le rimanenti azioni M&C in circolazione.

Il titolo M&C è rimasto sospeso dalle negoziazioni per tutta la seduta.

Si tratta della quarta offerta pubblica promossa su M&C. Ad aprire le danze, nell'estate 2009, era stata Mi.Mo.Se, società della famiglia Segre, seguita da Tip e, nel settembre dell'anno scorso, da Modena Capitale Industry Participations.

Le prime due offerte avevano ottenuto adeisioni trascurabili, mentre quella della società guidata da Giampiero Samorì, che aveva meso sul piatto 0,15 euro per azione, aveva raccolto poco più dell'8% del capitale.

La battaglia di tre Opa, fatto mai accaduto nella storia di Borsa Italiana, si era scatenata dopo che De Benedetti e Tamburi avevano rotto un patto parasociale, scatenando un conflitto a colpi di acquisti di pacchetti azionari dell'investment company, in mezzo al quale era finito Alessio Nati, genero di De Benedetti.

Nati aveva annunciato di avere allo studio un'Opa su M&C, salvo rinunciarvi, facendo anche un passo indietro rispetto all'acquisto, già concordato, del 5,3% del capitale da Sal. Oppenheim.

Nati è stato sanzionato da Consob il 24 agosto scorso per aver utilizzato informazioni privilegiate fra il 13 e il 28 luglio 2005, all'epoca della nascita di Cdb Web Tech, finanziaria che ha partorito M&C.

I clienti Reuters possono leggere i comunicati integrali cliccando su [ID:nBIA240a0] [ID:nBIA240ba]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below