SunEdison, parco da 280 mln,Perennius unico investitore italiano

martedì 23 novembre 2010 14:35
 

ROVIGO, 23 novembre (Reuters) - E' 276 milioni di euro il valore dell'investimento dell'impianto fotovoltaico da 70 mw più grande d'Europa realizzato dal colosso americano SunEdison - divisione di Memc Electronic Materials WFR.N - nei comuni di Sanbellino e Castelguglielmo, in provincia di Rovigo e connesso alla rete in nove mesi.

Di questi, l'80% deriva da prestiti bancari e il restante 20% è diviso fra il fondo di private equity First Reserve, Partners Group Ag e Perennius Capital Partners, fondo italiano con sede a Milano.

"Il progetto realizzato da SunEdison è di 280 mln di valore, di cui l'80% a leva e il resto, 60 mln circa di equity diviso fra First Reserve, Partners group e Perennius Capital Partners, l'unico investitore italiano. Insieme a Partners Group abbiamo investito circa 15 milioni. Si tratta di un investimento per noi molto redditizio con un rendimento del 14% all'anno su un orizzonte atteso di 20 anni", ha detto il responsabile investimenti del fondo italiano, Riccardo Martinelli, a margine del taglio del nastro per la connessione dell'impianto alla rete di Terna TRN.MI>.

Perennius è presente nell'investimento anche indirettamente attraverso Chint Solar, l'azienda cinese di cui è azionista, che ha fornito il 25% circa dei pannelli per questo impianto, mentre il restante 75% è suddiviso fra produttori canadesi, tedeschi e americani. Non c'è nessuna azienda italiana coinvolta.

"Questo parco rientra, inoltre, nel conto energia 2010 che è più generoso di quello previsto dal 2011", ha concluso Martinelli.