Fondi, Gartmore a picco lasciata da gestori star, cerca soci

lunedì 8 novembre 2010 12:42
 

LONDRA, 8 novembre (Reuters) - La perdita di gestori di punta e l'acuirsi di difficoltù strategiche che di fatto durano dalla IPO 2009 del fondo britannico, affondano in borsa il titolo del fondo britannico Gartmore GRTR.L, che ha annunciato di essere alla ricerca di partner o addirittura acquirenti e per questo ha arruolato Goldman Sachs.

Alle 12,40 il tiolo Gartmore quasi il 20% a 101 pence, dopo un minimo intraday e dell'anno a 97,50 (distanza siderale dai 230 pence del massimo delle ultime 52 settimane).

Insieme al mandato per Goldman, l'altra notizia che ha innescato le vendite oggi è stata quella delle dimissioni del gestore star Roger Guy, aggravata dal contemporaneo abbandono del chief investment officer Dominic Rossi, che passa a un fondo concorrente.

L'AD Jeffrey Meyer ha spiegato in una call con i giornalisti che la società di risparmio gestito "sta iniziando a discutere con altre società... per vedere se una combinazione sia nell'interesse dei clienti e dei soci", aggiungendo che non ci sono ancora contatti materiali con potenziali acquirenti.

Per tenersi i gestori di valore che ancora non sono andati via Gartmore darà nuove azioni ai manager chiave mentre punta a un aggressivo piano di tagli dei costi (nell'ordine dei 10 milioni di sterline l'anno).

Roger Guy lascia la gestione del fondo European large cap che ha un patrimonio di 3,5 miliardi di sterline. In luglio era partito un altro gestore di punta, Guillaume Rambourg, prima sospeso perchè coinvolto in una inchiesta che aveva portato a una ondata di riscatti.

Guy era stato apertamente critico su come Gartmore aveva gestito la vicenda. Il gestore è socio della Sgr con il 5% del capitale, a fronte delle quote di controllo in mano al gruppo di private equity Helmann&Friedman e al gestore Henderson Global Investors.