Coin, manifestazioni interesse per quota Pai non a breve - fonti

martedì 2 novembre 2010 19:00
 

MILANO, 2 novembre (Reuters) - Si allungano i tempi per la presentazione delle manifestazioni d'interesse per l'acquisizione della quota di controllo di Coin GCN.MI.

E' quanto riferiscono tre fonti vicine al dossier.

Circa un mese fa, una fonte aveva anticipato che le manifestazioni d'interesse per la quota attualmente in capo a Pai Partners erano attese nella prima settimana di novembre.

I tempi, però, si sono dilatati, perché, secondo quanto spiega una delle fonti, "non è ancora stato definito lo staple financing", ovvero il pacchetto di finanziamento pre-definito che viene proposto ai potenziali acquirenti.

Le fonti sono concordi nel sostenere che l'allungamento dei tempi non deriva da un ripensamento di Pai, ipotizzato da un organo di stampa dopo l'acquisizione di Nuance da Stefanel (STEP.MI: Quotazione).

"Non c'è alcun cambio di strategia", afferma una fonte. Pai, in altri termini, ritiene che sia giunto il momento di valorizzare la partecipazione in Coin.

Al momento, spiega una fonte, gli adviser di Pai, Ubs e Mediobanca, non hanno ancora inviato gli information memorandum ai potenziali acquirenti.

Nelle settimane scorse, secondo quanto riferito da diverse fonti, si sono fatti avanti per Coin diversi operatori di private equity, fra i quali Apax, Carlyle, Clessidra, Cinven e la coppia Investindustrial-Tpg. Per quanto riguarda Carlyle e Clessidra, erano stati addirittura i manager Marco De Benedetti e Claudio Sposito a ufficializzare un interesse.

Oggi Pai ha annunciato l'acquisizione di Swissport, società che opera nel settore aeroportuale, da Ferrovial (FER.MC: Quotazione) per 654 milioni di euro.