PUNTO 1 - Azimut, B.Akros taglia a HOLD, target a 8 da 9,5 euro

venerdì 8 ottobre 2010 11:59
 

(aggiunge dettagli da report)

MILANO, 8 ottobre (Reuters) - Banca Akros ha declassato oggi il titolo Azimut (AZMT.MI: Quotazione) a "hold" da "accumulate", abbassando il prezzo obiettivo a 8 da 9,5 euro per adeguarsi ad un consensus più negativo del proprio sul possibile impatto della circolare 51/E, relativa al nuovo regime fiscale per le controllate estere.

"L'impatto dovrebbe essere già incorporato nelle quotazioni", dice lo studio, ricordando che il Lussemburgo rappresenta l'80% degli attivi in gestione di Azimut.

Le nuove regole prevedono che il trattamento fiscale in vigore in Italia venga applicato alle società con controllate estere ma che generano la maggior parte dei propri ricavi in Italia. Due tuttavia le condizioni che devono essere soddisfatte congiuntamente perchè si applichi tale regime: all'estero l'imposizione fiscale deve essere il 50% inferiore a quello che si pagherebbe normalmente in Italia e oltre il 50% dei ricavi deve essere un "passive income" o provenire da servizi infragruppo.

Secondo il broker, proprio l'incertezza sulla definizione di servizi infragruppo è cruciale per le società di asset management. L'ultima parola spetterà alle interpretazioni che verranno fornite dalle autorità fiscali.

"Tuttavia, nel caso in cui ci siano importanti servizi di consulenza dall'Italia alle controllate estere, il rischio che si applichino le nuove regole è alto", dice il report. "Questo potrebbe essere il caso di Azimut".

Intorno a mezzogiorno Azimut cede un abbondante punto percentuale a 7,27 euro mentre il FtseMib arretra dello 0,2%.