October 6, 2010 / 2:17 PM / 7 years ago

PUNTO 1 - Fondi Italia, a settembre deflussi per 1,741 mld

5 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettagli, commenti)

MILANO, 6 ottobre (Reuters) - Dopo la ripresa della raccolta di agosto, il sistema fondi archivia un nuovo mese all'insegna dei deflussi, perdendo a settembre 1,741 miliardi di euro.

Ad agosto, ricorda una nota di Assogestioni, il dato era stato positivo per 1,407 miliardi (definitivo). Da inizio anno, la raccolta è positiva per 4,560 miliardi.

Stabile il patrimonio, che si attesta a 449,380 miliardi da 449,473 miliardi di agosto.

Guardando alle categorie, crollo dei fondi di liquidità (-1,748 miliardi, da +9 milioni del mese precedente; -17,665 miliardi nei primi nove mesi).

"Il fenomeno che si osserva nell'ultimo periodo sono i riscatti dei fondi di liquidità e il ritorno delle sottoscrizioni degli azionari", commenta Simone Calamai, amministratore delegato di Fundstore.it, canale distributivo online di prodotti finanziari.

Gli azionari, infatti, hanno registrato una raccolta positiva per 224 milioni (+66 milioni ad agosto, +155 milioni da inizio anno). Spicca il risultato dei prodotti dedicati ai Paesi emergenti: +186 milioni.

"La redditività del mercato monetario è molto bassa", spiega Francesco Citta dell'ufficio studi di Copernico Sim. "L'Eonia è abbondantamente sotto il punto percentuale. E anche i tassi Euribor a tre e sei mesi sono sotto il punto percentuale".

"Il problema dei fondi di liquidità", argomenta Calamai, "è che, a fronte di una commissione di gestione, hanno un rendimento che è vicino a zero. Di conseguenza, il risparmiatore cassettista sceglie strumenti di liquidità più tradizionali, come il conto corrente remunerato ad un tasso più elevato della media, pronti contro termine". Secondo l'AD di Fundstore.it, inoltre, "probabilmente c'era una parte di risparmiatori che aveva parcheggiato liquidità in attesa di tempi migliori, che fra agosto e settembre si sono parzialmente verificati".

E' probabile, prosegue Citta di Copernico, che la liquidità in fuga dai fondi cash "vada verso prodotti non censiti da Assogestioni, come obbligazioni bancarie, polizze assicurative. Le emissioni bancarie destinate al retail sono piuttosto aggressive".

Frenata Dei Bond, Piacciono Corporate

Gli obbligazionari frenano bruscamente, -4 milioni da +1,005 miliardi il mese precedente (+16,250 miliardi tra gennaio e settembre). Da notare che il 41,7% del patrimonio complessivo è allocato in fondi obbligazionari, sintomo, secondo Calamai, che, "nonostante le dinamiche dei tassi e l'offerta di prodotti flessibili, gli investitori rimangono tradizionalisti, conservatori".

Emerge, all'interno della categoria degli obbligazionari, sottolinea Citta di Copernico, "una decrescita dei governativi della zona euro a breve (-972 milioni) e a medio/lungo termine (-291 milioni), mentre aumentano le posizioni high-yield (+46 milioni) e corporate investment grade (+455 milioni), con un profilo di rischio più alto". Rispetto a questa dinamica, secondo Citta, "il rischio è inseguire i rendimenti passati".

Cambiano direzione i flessibili, con una raccolta negativa per 191 milioni (+544 milioni ad agosto, +4,349 miliardi da inizio anno).

Segno più per i fondi bilanciati (+155 milioni, da +83 milioni di luglio; +2,76 miliardi da inizio anno), mentre non risalgono la china gli hedge (-176 milioni, da -300 milioni del mese precedente; -1,299 miliardi tra gennaio e settembre).

A livello di domicilio, i fondi di diritto italiano continuano a subìre riscatti (-2,360 miliardi, da -604 milioni di agosto; -15,129 miliardi da inizio anno), mentre i fondi di diritto estero hanno registrato afflussi per 619 milioni (+2,011 miliardi ad agosto; +19,688 miliardi nei primi nove mesi).

Da inizio anno, la raccolta netta è ancora positiva. L'interrogativo è con quale segno si chiuderà il 2010. "Il mercato è borsa-patico", risponde Calamai. "Se l'azionario terrà, come credo, sino a fine anno, chiuderemo l'anno con un segno positivo".

Citta di Copernico ritiene che, da qui a fine anno, "potremmo assistere ancora a deflussi dai fondi di liquidità, bisogna vedere dove andrà".

Va ricordato che i dati sulla raccolta dei fondi di diritto estero sono provvisori, in quanto il risultato complessivo sarà reso disponibile con la pubblicazione trimestrale della nuova mappa del risparmio gestito.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below