Coin, manifestazioni interesse prima settimana novembre - fonte

lunedì 4 ottobre 2010 16:40
 

MILANO, 4 ottobre (Reuters) - Entra nel vivo l'iter per il passaggio della quota di controllo di Coin GCN.MI. Secondo una fonte vicina alla trattativa, le manifestazioni d'interesse sono attese attorno alla prima settimana di novembre.

Una seconda fonte conferma che, come aveva anticipato a Reuters una fonte il 22 settembre scorso, la valutazione di Coin si aggira attorno a 1,5 miliardi di euro. Le banche finanziatrici - Banca Imi e UniCredit in prima fila - secondo la seconda fonte, "potrebbero portare lo staple financing sino a 900 milioni". Se così fosse, l'acquirente dovrebbe pagare 600 milioni di equity; una cifra importante, che, ritiene la fonte, potrebbe spingere "i fondi ad unire le forze". Ovviamente, più basso sarà il finanziamento bancario, maggiore sarà la probabilità di vedere aggregazioni tra fondi.

In corsa per Coin, riferisce una delle fonti, al momento "sono Apax, Tpg, Carlyle e Cinven". Non è della partita Advent International, altro operatore di private equity che era stato indicato dalla stampa fra i concorrenti. Un settimanale recentemente ha riferito che Tpg ha stretto un'alleanza con Investindustrial; la stessa testata ha riportato i nomi di Charterhouse, Cvc e BC Partners. In passato era circolato il nome di Clessidra.

Attualmente, la quota di controllo di Coin fa capo a Pai Partners. L'operatore di private equity francese, dicono le fonti, ha scelto come adviser Ubs e Mediobanca.

Il 22 settembre scorso, Pai aveva informato, tramite una nota, di aver chiesto al gruppo retail l'accesso ai documenti "nel contesto dello studio di alternative strategiche per la valorizzazione della partecipazione".