Credit Suisse rispetterà crescita e cedole con Basilea III - AD

mercoledì 29 settembre 2010 11:02
 

ZURIGO, 29 settembre (Reuters) - Credit Suisse CSGN.VX sarà in grado di rispettare i piani di crescita e di dividendo anche con le nuove regole bancarie locali e globali, secondo l'AD del gruppo bancario svizzero.

La banca svizzera prevede di rispettare i nuovi requisiti senza modificare materialmente i progetti di crescita o l'attuale politica di dividendi e patrimoniale, ha dichiarato Brady Dougan nel corso di un incontro con la comunità finanziaria.

I requisiti di Basilea III sulla composizione e transizione della struttura patrimoniale sono in linea con le attese della banca, ha aggiunto il banchiere.

"Le attuali discussioni indicano che l'authority svizzera presumibilmente richiederà un cuscinetto aggiuntivo per le banche maggiori", ha ancora spiegato Dougan.

Credit Suisse, inoltre, prevede circa 400 miliardi di franchi svizzeri di asset a rischio dopo l'applicazione dei requisiti Basilea III.

Infine, il banchiere ha spiegato agli analisti di vedere un impatto minimo sui ricavi da Basilea III. Credit Suisse guarderà ancora a occasioni di acquisto nel private banking ma il focus è sulla crescita organica.

Il titolo bancario a Zurigo cede lo 0,47% intorno alle 11, in linea con il resto del mercato.