M&A, big alimentare cinese vuole United Biscuits - fonte

lunedì 27 settembre 2010 11:35
 

HONG KONG/SHANGHAI, 27 settembre - (Reuters) - Il gruppo cinese Bright Food Group sta esplorando la possibilità di acquistare United Biscuits e ha arruolato Rothschild come adviser per un deal che potrebbe valere 3,2 miliardi di dollari.

Lo dice una fonte, aggiungendo di non sapere se ci siano già trattative in corso per un'acquisizione, che sarebbe la maggiore mai fatta da Pechino nel settore alimentare all'estero.

Ad anticipare l'operazione è stato il Sunday Times, secondo cui sarebbero in corso trattative segrete per l'acquisto del gruppo, ben noto per i marchi McVitie's e Twiglets, che frutterebbe tra 2 e 2,5 miliardi di sterline ai venditori, i colossi del private equity Blackstone (BX.N: Quotazione) e PAI Partners.

Bright Food controlla quattro società quotate, una compagnia di taxi a Shanghai e altre produzioni alimentari.

Un portavoce della società ha ammesso, secondo un lancio Bloomberg, che "Bright Food sta trattando l'acquisto di United Biscuits", ma interpellato da Reuters ha smentito i colloqui.

Rothschild non ha voluto commentare.

United Biscuits dichiara di avere la posizione di leader o di numero due nei biscotti o cracker in paesi come Gran Bretagna, Olanda, Francia, Belgio e Irlanda, ma è presente in Nord America, Medioriente, Africa e Australia. Nel 2009 ha fatturato 1,3 miliardi di sterline con oltre 223 milioni di EBITDA, rispettivamente in rialzo del 5,1 e 13,7%.