Gestioni Italia, raccolta trim2 crolla a 3,5 mld,quasi tutto GPM

lunedì 20 settembre 2010 18:00
 

MILANO, 20 settembre (Reuters) - Un nettissimo calo della raccolta aprile-giugno, a 3,469 miliardi da 23 miliardi del primo trimestre, con le gestioni di portafoglio che portano quasi tutto (12 milioni l'apporto delle collettive) e le GPM retail che da sole rappresentano 2,317 miliardi che compensano i dati negativi di GPF e altre gestioni.

Questo il quadro disegnato dalla "mappa" trimestrale del risparmio gestito curata da Assogestioni.

La discesa dei dati trimestre su trimestre è evidente: a gennaio-marzo la raccolta delle gestioni collettive era stata oltre 7 miliardi, quella delle gestioni di portafoglio 16 miliardi. Ma il patrimonio in gestione nelle GP passa nel giugno 2010 al 51% del patrimonio dell'intera industria contro 48,8% del giugno 2009.

Tra le gestioni di portafoglio brillano anche i prodotti assicurativi, 2,3 miliardi anche se nettamente inferiori ai 10,3 miliardi raccolt nel ptimo trimestre.

Gli asset under management del sistema (patrimonio promosso al lordo degli asset ricevuti e al netto di quelli dati in delega) sono a 993,4 miliardi, contro oltre 1.000 del primo trimestre.

Tra le categorie in testa i prodotti Obbligazionari, che hanno raccolto nel corso del trimestre oltre 7,1 miliardi, ma si confrontano con +15,3 miliardi del primo trimestre.

Oltre 1,4 miliardi i Bilanciati, che tuttavia erano a 5,5 miliardi ni tre mesi precedenti, e appena sotto i Flessibili, oltre 1,3 miliardi da quasi 2,9 miliardi precedenti.

Le difficoltà del mercato azionario portano a un salno negativo trimestrale di -949 milioni contro +1,7 miliardi a fine marzo.

Guardando alla divisione fondi aperti e chiusi, i primi registrano nel secondo trimestre deflussi netti per 215 milioni di euro e 449 miliardi di euro di patrimonio, con sottoscrizioni concentrate sui fondi di diritto Estero per quasi 6 miliardi contro riscatti per quasi 6,2 miliardi nei fondi di diritto Italiano. Gli AUM detenuti dai gruppi italiani sono il 77% del totale, o 346 miliardi, contro oltre 103 miliardi ai gruppi esteri, pari al 23% di tutto il patrimonio gestito.

Positivo il dato dei fondi chiusi, 228 milioni di raccolt e 39,4 miliardi di asset gestiti.