PUNTO 1 - Banche Ue, Cebs difende stress test di luglio

mercoledì 8 settembre 2010 17:55
 

(aggiunge dettagli, background)

LONDRA, 8 settembre (Reuters) - Il Committee of European Banking Supervisors, che a luglio ha condotto gli stress test sulle banche europee, difende dopo le critiche della stampa il processo, dichiarando che ne è emersa una visione significativa e coerente delle esposizioni al debito sovrano.

"Le comunicazioni individuali delle esposizioni sovrane sono state una componente essenziale dell'esercizio e un grosso miglioramento in termini di trasparenza", si legge in una nota del Cebs.

Ieri il Wall Street Journal ha scritto che gli stress test condotti su 91 banche europee non hanno catturato in maniera accurata l'esposizione al debito sovrano di tutti gli istituti sotto esame. Secondo il quotidiano alcune banche avrebbero sottovalutato gli investimenti in debito governativo potenzialmente rischioso durante i test, ipotesi che ieri ha penalizzato i mercati azionari europei e l'euro.

Il Cebs ha detto di aver lavorato con le autorità nazionali per armonizzare le comunicazioni e fornire una visione significativa e coerente delle esposizioni delle banche al debito sovrano.

L'organismo ha inoltre specificato che le esposizioni lorde delle banche al debito sovrano sono quelle che risultano dai bilanci, al netto delle svalutazioni, ma al lordo di collateral e operazioni di copertura.

Sette banche europee non hanno passato il test, criticato perché considerato poco severo ma apprezzato in quanto aumenta la trasparenza nel settore.