6 settembre 2010 / 10:43 / 7 anni fa

Cina consentirà ad assicurazioni investimenti immobili, p.equity

* Assicuratori, investimenti fino 5% asset in private equity

* In immobiliare possibile investire fino 10%

* No a impegno in venture capital o sviluppo immobiliare

SHANGHAI, 6 settembre (Reuters) - La Cina permetterà alle compagnie di assicurazione di diversificare i loro investimenti sia nel private equity che nel settore immobiliare, mossa a lungo attesa che potrebbe spostare su questi settori fino a 100 miliardi di dollari di nuovi fondi.

Lo si legge sul sito della China Insurance Regulatory Commission (CSRC), secondo cui gli assicuratori potranno impiegare fino al 5% dell'attivo totale su fondi chiusi e fino al 10% in immobili.

Il settore assicurativo nazionale è valutato attorno a 661 miliardi di dollari e nel lundo periodo la diversificazione alzerà il ritorno sugli investimenti dei grandi gruppi come China Life (2628.HK) o Ping An (2318.HK) e fornirà nuovi fondi a gruppi di private equity come TPG [TPG.UL] o Carlyle Group [CYU.UL].

Nel breve l'impatto della decisione sarà invece limitato dai rigidi controlli cui saranno sottoposti gli investimenti, dicono gli analisti.

"Certamente è una buona notizia per gli assicurativi e potrebbe spingere nel lungo periodo il ritorno sugli investimenti di 50 punti base al 5% annuo" secondo Tong Chengdong di Guosen Securities Co di Shenzhen.

"Ma non mi aspetto grandi svolte da un giorno all'altro, dato che ci vuole tempo per trovare buoni progetti e il settore immobiliare è strettamente controllato" aggiunge. "E tra l'altro l'evoluzione della normativa è gia incorporata nei prezzi di borsa delle società".

Le nuove regole consentono alle compagnie di investire in società finanziarie non quotate e in segmenti come prodotti pensionistici e assistenziali o servizi al settore auto: non è invece consentito di entrare in fondi di venture capital.

Nell'immobiliare è vietato investire in abitazioni residenziali e anche partecipare a operazioni di sviluppo. Gli investimenti in prodotti finanziari legati all'immobiliare devono essere entro il 35 dell'attivo.

La nuova normativa "consentirà agli assicuratori di equilibrare meglio attivo e passivo, migliorà l'asset allocation, allenterà la pressione sugli investimenti, diversificherà il rischio, proteggerà gli asset e gli interessi dei detentori di polizze" secondo una nota del CIRC.

Secondo i dati al secondo trimestre, le compagnie di assicurazione cinesi potrebbero investire fino a 450 miliardi di yuan (oltre 66 miliardi di dollari) nell'immobiliare e 220 miliardi (quasi 10 miliardi di dollari) nel private equity, dice un articolo dello Shanghai Securities News.

Per il settore immobiliare, frenato dai limiti posti dal governo in funzione "anti-bolla", dal calo delle vendite e dei fondi disponibili, la svolta potrebbe essere di aiuto.

Tra i gruppi di private equity, quelli che hanno lanciato o stanno cercando di lanciare fondi chiusi in yuan includono TPG, Carlyle e Blackstone Group (BX.N).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below