Germania non bloccherà un accordo su Basilea III - Schaeuble

venerdì 3 settembre 2010 17:43
 

* Berlino chiede tempo per introduzione nuove regole

* Per Wellink serve ampia condivisione per regole forti

SEOUL/BASILEA, 3 settembre (Reuters) - La Germania non bloccherà un accordo globale per regole più severe sui requisiti patrimoniali delle banche.

"Non lo bloccheremo" sono state le parole del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble durante una conferenza a Basilea "ma premeremo per avere abbastanza tempo per inserire le regole e per arivare a definizioni accettabili per tutti".

A margine di un incontro a Seoul, il presidente del Comitato di Basilea Nout Wellink aveva affermato che "la Germania sta ancora riflettendo sulla sua posizione ma concordiamo tutti sull'obiettivo ultimo di avere una situazione di capitale forte e capace di recupero".

In luglio la Germania è stato il solo membro del comitato di Basilea che ha rifiutato di sottoscrivere la bozza di regolamentazione, spiegando che non considerava le esigenze del settore bancario tedesco. L'obiezione più forte di Berlino è legata ad alcune forme di partecipazioni senza diritto di voto - tipo di capitale che è diffuso solo in Germania - che i saggi di Basilea vorrebbero escluso dal patrimonio "core" bancario.

Il prossimo incontro del comitato per "Basilea III" sarà martedì 7 e il suo lavoro - come quello dell'organismo di supervisione del comitato il 12 settembre - punta a spianare la strada a un via libera alla riforma per le banche da parte dei leader del G20 a novembre.

Nei mesi scorsi i leader del G20 hanno raggiunto un accordo di principio sul fatto che l'inserimento di alcuni aspetti della riforma avverrà in fasi che andranno oltre il 2012 ma una precisa agenda non è stata fatta e si prevede che i dettagli arrivino dalle riunioni di questo mese.