PUNTO 1 - UniCredit raffredda voci su Pioneer, nessuna decisione

giovedì 19 agosto 2010 18:02
 

(Riscrive aggiungendo commento portavoce UniCredit)

MILANO, 19 agosto (Reuters) - Per la valorizzazione di Pioneer, UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) potrebbe realizzare un'operazione migliore attraverso uno spezzatino della società e la vendita separata delle attività Usa.

Lo scrive il sito internet Investment News citando alcuni banchieri d'affari vicini al dossier e aggiungendo che il mese prossimo UniCredit pubblicherà un 'pitch book', un prospetto di vendita con avvertenze e una dettagliata analisi della società.

Un portavoce della banca, interpellato in merito a queste indiscrezioni, sottolinea però che "nessuna decisione è stata presa e UniCredit sta ancora facendo un'analisi strategica del business".

Il sito web statunitense cita, invece, un banchiere che avrebbe dichiarato "il gossip punta di più su una divisione del business in quanto possono ottenere una valutazione migliore".

A inizio agosto l'AD di UniCredit Alessandro Profumo ha dichiarato che a settembre si andrà avanti sul dossier Pioneer "con una prospettiva più operativa" e che per l'asset manager sono arrivate "un buon numero di manifestazioni di interesse".

A metà maggio UniCredit ha dato mandato a BofA-Merrill (BAC.N: Quotazione) per esplorare tutte le opzioni strategiche per Pioneer al fine di valorizzare la società. Gli analisti hanno stimato una valutazione tra 3 e 4 miliardi, con maggiori probabilità nella parte bassa del range.

L'AD della francese Natixis (CNAT.PA: Quotazione) Laurent Mignon ha dichiarato che Pioneer potrebbe rispondere agli obiettivi strategici degli asset della banca nel risparmio gestito.   Continua...