Fondi in Europa, giugno in rosso ma vendite sem1 144 mld -Lipper

giovedì 12 agosto 2010 17:16
 

MILANO, 12 agosto (Reuters) - Per i fondi comuni europei giugno ha chiuso in rosso di 14 miliardi di euro, con il resto delle categorie insufficienti a compensare i 30 miliardi di riscatti netti sofferti dai fondi monetari. Ma il semestre si chiude gloriosamente con prodotti venduti per 144 miliardi e raccolta netta di 52 miliardi.

Questo il dato principale che emerge dall'ultimo report mensile di Lipper, secondo cui "per la seconda parte dell'anno la chiave sono i tassi di interesse. Se restano invariati e se i flussi di lungo termine continuano allo stesso ritmo la raccolta dell'anno potrebbe rivaleggiare le cifre del 2006 a 269 miliardi". Nel report si segnala per il mese il ritorno al positivo dei fondi azionari (+1,4 miliardi di raccolta netta) e il generale segno positivo dei prodotti long-only, che raccolgono 16 miliardi (da -4 in maggio).

Tra le categorie continuano a piacere gli obbligazionari e i bilanciati; nel reddito fisso il favore va a prodotti "global currency" e mercati emergenti, su cui si concentra metà dei flussi destinati ai bond.

Tra i gestori in generale la palma va a Carmignac Investissement che ha raccolto 3,2 miliardi netti.

Tra gli azionari in giugno brilla Fidelity con oltre 1 miliardo di euro di raccolta netta, ma il singolo miglior fondo è di Carmignac (537 milioni raccolti). Nei prodotti oblligazionari primeggiano i marchi di Allianz/Pimco e Franklin Templeton con 30 miliardi di euro raccolti tra i due, mentre il fondo best seller è stato il Pimco Total Return Bond con 1,4 miliardi.

Una curiosità è che dei 30 miliardi di deflussi dai fondi monetari registrati nel mese ben 23 miliardi sono della Francia.