Record afflussi su bond mercati emergenti,saliranno ancora - JPM

giovedì 12 agosto 2010 17:46
 

LONDRA, 12 agosto (Reuters) - L'afflusso di investimenti sui bond dei mercati emergenti è già ai livelli record di 50,6 miliardi ma JP Morgan (JPM.N: Quotazione) si aspetta un ulteriore aumento nel resto del 2010.

La banca ha rivisto al rialzo le attese sul consuntivo annuale, portandolo a 70-75 miliardi di dollari contro la precedente previsione tra 50 e 55 miliardi (nel 2008 si era a 46,2 miliardi). Gli afflussi sono cresciuti a una media di 7 miliardi di dollari al mese contro i 3,9 miliardi mensili del 2009.

"I fattori strutturali che guidano gli afflussi al reddito fisso dei mercati emergenti nascono dalla combinazione di domanda strategica per il fixed income rispetto alle azioni e dalla relativa attrattività delle economie emergenti rispetto quelle sviluppate", dicono gli analisti della banca.

I bond emergenti, sia in moneta locale che estera, hanno dato un ottimo ritorno - vicino al 12% secondo gli indici JP Morgan sui bond in dollari 11EMJ 11EML - molto migliore di altre asset class più tradizionali.

L'indice JPM GBI-EM che segue i bond in moneta locale ha un ritorno vicino al 9%, mentre l'indice delle azioni dei mercati emergenti .MSCIEF è in territorio negativo da inizio anno.

In termini di asset allocation, JP Morgan rileva una preferenza verso bond in valuta locale ad alto rendimento, su cui a oggi sono stati investiti 28,3 miliardi di dollari, da confrontare con 22,3 miliardi per le emissioni nelle valute considerate più forti, come l'euro, il dollaro e lo yen.

Ma l'afflusso netto verso il debito nelle valute forti potrebbe essere positivo per il resto del 2010, ha detto la banca, che vede 36 miliardi di bond sovrani e corporate ancora in arrivo ma cedole e debito in scadenza che metteranno nelle mani degli investitori 60 miliardi.

L'ultima indagine JPM tra gli investitori rileva che i fund manager hanno tagliato per la prima volta in un anno da "overweight" a "neutral" ma prevede che i fattori tecnici resteranno di supporto.