August 10, 2010 / 9:01 AM / 7 years ago

PUNTO 1 - GDF Suez acquista controllo International Power

3 IN. DI LETTURA

LONDRA, 10 agosto (Reuters) - GDF Suez GSZ.PA ha trovato con International Power IPR.L un accordo che porterà alla creazione del primo produttore indipendente al mondo di energia.

L'operazione prevede che il gruppo francese conferisca ai britannici parte delle proprie attività, raggruppate nella divisione GDF Suez Energy International.

Della nuova entità, chiamata New International Power, Gdf-Suez possiederà il 70%, mentre agli attuali azionisti di International Power resterà in mano il 30%, più un dividendo straordinario di 92 pence per azione, per un valore complessivo di 2,2 miliardi di dollari o 1,4 miliardi di sterline.

A ridosso delle 11 il titolo del colosso francese, dopo un avvio in rialzo, è poco mosso e cede lo 0,54%, mentre International Power perde il 2,63%. Lo stoxx europeo dell'energia .SXEP cede lo 0,50%.

Invesco Si Impegna a Votare a Favore Operazione Gdf Suez

Invesco, principale azionista dell'utility britannica con l'11,2%, si è impegnata in modo irrevocabile a votare a favore dell'operazione, come riferito a Reuters da Neil Woodford, direttore investimenti della società.

Le trattative fra GDF Suez e International Power, avviate all'inizio dell'anno, si sono ravvivate lo scorso mese dopo un periodo di stallo che sembrava preludere all'abbandono dell'operazione.

La nuova società resterà quotata a Londra e avrà una capacità di generazione di oltre 66 gigawatt con ricavi per 84 miliardi di euro. Philip Cox, attuale Ceo di International Power, e Mark Williamson, direttore finanziario, resteranno al loro posto.

Con questa operazione per GDF Suez si aprono le porte della Gran Bretagna e dell'Australia e si rafforza la posizione negli Usa e sui mercati emergenti di Asia e Medio Oriente.

EBITDA SEM1 GDF SUEZ SOPRA ATTESE, CONFERMATI TARGET 2010-11

GDF Suez oggi ha annunciato i risultati del primo semestre che vedono un ebitda di 8,2 miliardi di euro in crescita del 4,3%, sopra le attese elaborate da Reuters con nove analisti che convergevano su 7,86 miliardi.

L'utile netto è stato di 3,6 miliardi, mentre i ricavi si sono attestati a 42,3 miliardi.

Il gruppo francese ha confermato tutti gli obiettivi per il 2010 e il 2011, già comunicati al mercato. In particolare l'ebitda è atteso in crescita nel 2010 rispetto al 2009 e in progresso di almeno il 15% nel 2011 rispetto all'anno prima.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below