Credit Suisse, in trim2 calano ricavi fixed income e investment

giovedì 22 luglio 2010 12:28
 

ZURIGO, 22 luglio (Reuters) - Credit Suisse CSGN.VX ha chiuso il secondo trimestre con un profitto netto di 1,6 miliardi di franchi svizzeri, sopra le attese di mercato ma inferiore del 22% rispetto al primo trimestre. A pesare su un Q2 solido l'indebolimento delle entrate nel segmento reddito fisso.

Per quanto riguarda il private banking, nel secondo trimestre il valore della raccolta netta è 13,8 miliardi di franchi svizzeri, contro i 18,6 miliardi dei primi tre mesi.

I ricavi netti dell'investment banking sono scesi a 4,1 miliardi di franchi svizzeri, il 21% in meno rispetto al primo quarto.

I ricavi nel FICC (reddito fisso, valute e commodity) sono pari a 1,4 miliardi di franchi svizzeri, in discesa del 46% rispetto alla prima parte dell'anno. I ricavi dall'attività di intermediazione azionaria sono cresciuti del 2%, a 1,7 miliardi di franchi.

Il gruppo bancario ha dichiarato che la minore propensione al rischio da parte degli investitori che ha caratterizzato il secondo trimestre proseguirà nei prossimi mesi.

"A prima vista i risultati sembrano buoni" ha detto un trader di Zurigo. "Mi chiedo come li abbiano ottenuti: sono stati sotto le previsioni per quanto riguarda l'investiment banking, il private banking e la gestione di asset. Ma hanno guadagnato ugualmente più delle attese. Sicuramente stanno incidendo crediti fiscali" ha aggiunto.

Alle 11 ora italiana il titolo Credit Suisse perde il 2,42% in un mercato positivo.