Buyout, Birds Eye Iglo (Permira) compra Findus per 805 mln

lunedì 19 luglio 2010 12:33
 

LONDRA/MILANO, 19 luglio (Reuters) - Unilever (ULVR.L: Quotazione) (UNc.AS: Quotazione) ha raggiunto un accordo per cedere Findus Italia a Birds Eye Iglo, società attiva nel settore dei cibi surgelati controllata dall'operatore di private equity Permira, per 805 milioni di euro.

La transazione, si legge in un comunicato di Unilever, comprende la vendita dei marchi e dei business Findus, 4 Salti in Padella, Sofficini, Capitan Findus e That's Amore, e dello stabilimento di Cisterna di Latina.

James Hill, presidente di Unilever Italia, ha dichiarato che, "con questo accordo, (il gruppo) si trova in una posizione più forte per focalizzarsi sulle altre categorie al di fuori dei surgelati e per ambire a una crescita nel mercato italiano nel lungo termine".

Secondo gli accordi, spiega la nota di Unilever, saranno coinvolti circa 650 dipendenti di Findus. Il fatturato del business nel 2009 è stato di circa 462 milioni.

L'accordo sarà effettuato attraverso la vendita dell'intero capitale della Compagnia Surgelati Italiana Srl, che dall'1 agosto prossimo gestirà il business italiano dei surgelati Findus.

Il mercato retail dei surgelati italiano è il quarto più grande in Europa, con un valore di 2,3 miliardi di euro. Birds Eye Iglo (Beig) e Findus Italia facevano parte dello stesso gruppo fino al 2006, quando Unilever ha venduto la prima a Permira, mantenendo in portafoglio Findus Italia.

Il 13 luglio scorso, alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte vincolanti, diverse fonti avevano indicato a Reuters che Goldman Sachs, advisor di Unilever, aveva ricevuto tre proposte, da parte di Permira, Lion Capital (che controlla Findus Group) e BC Partners. Una fonte aveva detto di attendersi una decisione "entro una settimana".

Le fonti avevano detto di prevedere offerte più vicine a 650-700 milioni che a 800 milioni, valutazione che era circolata nelle prime fasi del processo d'asta. Permira-Beig ha sbaragliato i concorrenti mettendo sul piatto 805 milioni, un prezzo che, stando a quanto riferito una settimana fa da una fonte vicina al dossier, corrisponde a circa 9,5 volte l'Ebitda pro-forma di Findus Italia previsto per quest'anno.

Banche finanziatrici e advisor di Permira-Beig sono Credit Suisse CSGN.VX, Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) e Nomura (8604.T: Quotazione). Tamburi Investment Partners (TIP.MI: Quotazione), secondo quanto riferisce una fonte vicina alla materia, ha svolto il ruolo di advisor di M&A.