BP sale 4% dopo notizie su interesse per entrata fondi sovrani

lunedì 5 luglio 2010 16:33
 

LONDRA/KUWAIT, 5 luglio (Reuters) - Il titolo BP (BP.L: Quotazione) sale dopo le indiscrezione secondo cui il gruppo avrebbe intenzione di far entrare nel proprio capitale un investitore strategico come un fondo sovrano del Medio Oriente o asiatico.

Secondo indiscrezioni stampa del weekend, l'iniziativa servirebbe a contrastare un eventuale takeover e a raccogliere le risorse necessarie per coprire i danni provocati dal disastro ambientale nel Golfo del Messico.

Non tutti gli azionisti del gruppo petrolifero concordano sulla necessità di vendere una quota a un investitore. "Non pensiamo che un partner strategico sia assolutamente necessario. Secondo noi c'è solo gente che vuole creare panico e guadagnarci qualcosa con ingenti commissioni dalla vendite di azioni BP", commenta uno dei dieci più importanti azionisti dietro anonimato.

Anche un altro grande socio, sempre anonimo, pensa che "probabilmente BP non ha bisogno di un investitore strategico al momento".

Indiscrezioni stampa riferiscono di una vendita che potrebbe riguardare una quota tra il 5 e il 10% del capitale al costo di 6 miliardi di sterline. La società non ha commentato.

Da parte sua, la Libia ritiene che le azioni BP esprimano un valore interessante per chi è in cerca di occasioni d'acquisto, secondo quanto dichiarato a Reuters da Shokri Ghanem, presidente della libica National Oil Corporation.

Ghanem non ha voluto commentare un eventuale interesse da parte del fondo sovrano Libyan Investment Authority (LIA) ad acquistare azioni BP. "Io non faccio parte del processo decisionale sugli investimenti da parte della Libia".

Sulle voci di movimento sull'azionariato il titolo a Londra alle 16,25 balza del 4,21% a 335,6 pence.