PORTAFOGLI-Julius Baer sceglie esportatori Europa, consumer Asia

venerdì 11 giugno 2010 17:25
 

SINGAPORE, 11 giugno (Reuters) - La strategia di Julius Baer vede nella debolezza dell'euro una opportunità per le conglomerate europee esportatrici - ad esempio Siemens (SIEGn.DE: Quotazione), BMW (BMWG.DE: Quotazione) e SAP (SAPG.DE: Quotazione).

Su un fronte diverso, consiglia titoli consumer e tech di Cina, Taiwan, Corea del Sud e Thailandia, sullo sfondo di economie asiatiche che dovrebbero performare meglio di Usa ed Europa.

A dirlo è il chief investment officer della banca in Asia, Venkatraman Anantha Nageswaran: "con l'euro debole ci piacciono i titoli esportatori dei paesi core europei, in particolare della Germania. Per gli investitori ci saranno opportunità" spiega a Reuters Insider.

Julius Baer gestisce circa 153 miliardi di dollari (dato di aprile) e Nageswaran sta dicendo ai clienti che politiche e bilanci migliori accoppiati a consumi solidi dovrebbero spingere in Asia le azioni, i bond e le valute, rendendo questi asset più interessanti rispetto ai comparabili europei o Usa.

"Sono mercati importanti sia a medio termine che a breve, perchè i prezzi sono convenienti" le sue parole.

Nageswaran ritiene sia il momento di guardare ai titoli legati ai consumi interni cinesi, perchè le preoccupazioni di una stretta "sono alle nostre spalle". Tra gli altri titoli che ritiene interessanti i consumer Thai e i tech di Taiwan.

Nelle materie prime, il consiglio è andare lunghi su oro e greggio, anche se il fund manager non dà target di prezzo per nessuna delle due commodity. Il suggerimento in termini di asset allocation è avere almeno il 10% del portafoglio denominato nel metallo giallo - come polizza di assicurazione.