PORTAFOGLI - Permal cerca opportunità in divergenze fra economie

martedì 8 giugno 2010 16:29
 

MILANO, 8 giugno (Reuters) - Permal, appartenente al gruppo Legg Mason (LM.N: Quotazione), uno dei principali gestori globali con circa 685 miliardi di dollari di patrimonio gestito, vede per l'anno in corso una conferma della divergenza fra le diverse economie mondiali, dopo la crescita che ha spinto i mercati in modo quasi indistinto nel 2009.

"Dopo il recupero sincronizzato e l'euforia dei mercati dello scorso anno emergono le divergenze sia a livello di ciclo economico sia nel grado di rischio sovrano", ha detto il responsabile Emea Roberto Giuffrida, aggiungendo che per questa ragione da ora in avanti le previsioni devono essere riferite ad aree specifiche e non più a una generica "economia globale".

Giuffrida ha presentato oggi a Milano il Global Absolute Fund della casa, nuovo prodotto 'absolute return'.

La progressiva differenziazione delle performance economiche può creare opportunità sul mercato valutario, secondo il gestore, che definisce la propria posizione "difensiva sull'euro e più accomodante sul dollaro", sulla base di "un fair value dell'euro a quota 1,10-1,15".

Pesa il fatto, aggiunge Giuffrida, che rispetto a un anno fa si è ridotto "l'incentivo della Fed a lasciar cadere il dollaro per aiutare la ripresa", necessità che sembra essere ora della Bce.

Sul mercato dell'equity, "la fase di storno e di profit taking delle ultime settimane sembra esaurita", prosegue precisando di non aspettarsi più "grosse correzioni ma un atteggimento molto più attento al rischio e all'andamento dei dati macro".

Per il Global Absolute Fund Permal ha scelto posizioni corte sull'Europa e Giappone, "in cui ci aspettiamo ancora una fase di correzione soprattutto sulle small cap, mentre abbiamo posizioni lunghe sui mercati emergenti ma in modo indiretto: ci piacciono i brand globali, con esposizione ai mercati in crescita più forte".

Nel campo del reddito fisso, ha detto Giuffrida, prevale ora l'approfondimento del quadro fondamentale. Accanto alle indicazioni dei modelli quantitativi, "che spingono alla ricerca di qualità nel debito sovrano e quindi nei Treasuries, abbiamo applicato logiche di tipo qualitativo che privilegiano i corporate bond di tipo investment grade". Una scelta che lascia il portafoglio del fondo scarico di debito sovrano.

Piacciono anche i 'real assets', tra cui metalli preziosi, in cui il fondo Global Absolute investe circa l'8% del proprio portafogli, "la metà del quale nel Gold Bullion attraverso Etf", spiega Giuffrida, che osserva come "l'oro resta sempre in portafoglio come hedge".

Il Global Absolute Fund punta a rendimento dell'8-10% in un ciclo di mercato di 3-5 anni a volatilità contenuta. Nel mercato dei fondi 'absolute return' sono gestiti circa 1.500 miliardi di dollari, spiega Giuffrida, e Permal gestisce circa 21 miliardi.