Ubs, Camera bassa Svizzera respinge accordo con Usa su evasione

martedì 8 giugno 2010 10:34
 

ZURIGO, 8 giugno (Reuters) - La Camera bassa del Parlamento elvetico ha respinto l'accordo tra Svizzera e Stati Uniti per risolvere la disputa fiscale che vede al centro Ubs UBSN.VX(UBS.N: Quotazione), una decisione che riapre il dibattito parlamentari e rallenta la consegna delle informazioni sui propri clienti da parte della banca ai funzionari del governo americano.

La votazione contraria del ramo principale dell'organo legislativo contraddice il voto favorevole della Camera alta della scorsa settimana, imponendo ai due rami del Parlamento di cercare una versione comune del testo sull'accordo prima della votazione finale prevista nel corso del mese.

Washington ha accettato nell'agosto 2009 di rinunciare a un'azione legale per evasione fiscale nei confronti di Ubs in cambio della consegna, da parte di Berna, di informazioni su 4.450 clienti americani della banca, in eccezione rispetto alle legge svizzera sul segreto bancario.