REUTERS SUMMIT - Valentino, vendita non a ordine del giorno -AD

martedì 1 giugno 2010 10:16
 

PARIGI, 1 giugno (Reuters) - Gli azionisti di Valentino non hanno in mente, a breve, la cessione della casa di moda.

Lo ha detto l'amministratore delegato del gruppo, Stefano Sassi, in occasione della conferenza sul lusso organizzata da Reuters.

Sassi ritiene che la crisi dei debiti sovrani crei incertezza sulle prospettive di ripresa economica in Europa, notando, però, che la flessione dell'euro rispetto a dollaro, yen e yuan dovrebbe avere un impatto positivo sul risultato operativo di Valentino.

Per quest'anno, l'AD prevede un aumento del 10% circa delle vendite, rispetto ad un calo dell'8% nel 2009.

Interpellato sulle voci secondo cui l'operatore di private equity Permira, che controlla la casa di moda, abbia avviato negoziati con potenziali compratori, Sassi ha risposto: "No, non è così. Abbiamo un lavoro da svolgere", ha aggiunto, "la ripresa è appena iniziata", sottolineando che Valentino punta a crescere di taglia prima di mettersi sul mercato.