JP Morgan ricorre in Cassazione su vicenda derivati Milano-fonte

mercoledì 21 aprile 2010 19:08
 

MILANO, 21 aprile (Reuters) - JP Morgan (JPM.N: Quotazione) ha presentato ricorso in Corte di Cassazione, relativamente al filone civile del processo sui derivati venduti al Comune di Milano, contestando la giurisdizione italiana sul procedimento, a favore di quella britannica.

Lo ha detto una fonte vicina alla vicenda, spiegando che a questo punto il procedimento civile si fermerà in attesa del pronunciamento della Cassazione, il quale potrebbe giungere tra circa un anno.

Un "no comment" è arrivato da JP Morgan.

Restano invece immutati i tempi del procedimento penale. La banca americana è stata rinviata a giudizio circa un mese fa dal Tribunale di Milano per truffa aggravata insieme a Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), alla filiale londinese di Ubs UBSN.VX, a quella di Dublino di Depfa Bank e a 13 persone fisiche, due ex funzionari del Comune del capoluogo lombardo e undici funzionari degli istituti di credito.

Nel processo penale, che prenderà il via il mese prossimo, il Comune di Milano si è costituito parte civile.