Coin corre su ipotesi stampa uscita Pai, sinergie con Upim

lunedì 12 aprile 2010 16:42
 

MILANO, 12 aprile (Reuters) - Coin GCN.MI corre a Piazza Affari, sostenuta dalle indiscrezioni di stampa su un interesse degli operatori del private equity e dalle attese di sinergie derivanti dall'integrazione con Upim.

Poco prima delle 16,40 italiane, il titolo del gruppo attivo nel retail, attualmente in fase di asta, balza del 6,31%, a 5,39 euro, dopo aver rinnovato il massimo dell'anno a quota 5,51 euro. Straordinari gli scambi: sono passati di mano oltre 424.000 pezzi, contro una media dell'intera seduta di 133.000 pezzi negli ultimi trenta giorni.

Nel week-end, nota un analista che segue Coin, un settimanale ha scritto che Pai Partners, operatore di private equity che controlla il gruppo, è stato contattato da potenziali pretendenti, facendo i nomi di Investindustrial, Bridgepoint, Apax Partners e Bain Capital.

Una fonte vicina alla materia precisa che "al momento non c'è nulla", fermo restando che è normale che un private equity realizzi l'investimento. A maggiore ragione in questo caso, visto che Coin è nel portafoglio di Pai dal lontano 2002.

D'altro canto, aggiunge la fonte, "l'integrazione con Upim risale soltanto al dicembre scorso". E' prematuro, dunque, pensare che Pai voglia monetizzare l'investimento a così breve distanza da un'operazione così rilevante.

"Pai uscirà, lo sanno tutti", commenta l'analista. "Il problema è il timing. Adesso ci sono le condizioni giuste, sia per chi vende, sia per chi compra".

L'analista sottolinea che "il titolo è ben sopra 5 euro, rispetto ai circa 2 euro per azione a cui Pai ha in carico la partecipazione".

L'integrazione con Upim, aggiunge l'analista, "ha un potenziale di sinergie significativo, solo in parte già nei prezzi, e i compratori pensano alle prospettive di upside".

A proposito delle sinergie Coin-Upim, l'analista ritiene che si possano quantificare in "40-50, forse persino 60, milioni a livello di Ebitda".