Safilo, parte nuovo corso, piano a fine anno,2010 di transizione

lunedì 29 marzo 2010 14:19
 

PADOVA, 29 marzo (Reuters) - Il nuovo corso di Safilo (SFLG.MI: Quotazione), partito ufficialmente oggi con la nomina del cda, prende il via mentre dal settore arrivano i primi timidi segnali di ripresa, con il piano industriale che verrà presentato verso fine anno.

Il focus del gruppo di occhialeria, che vede l'azionista HAL Holding poco sopra il 37% del capitale e la famiglia Tabacchi al 10% circa, "sarà sul wholesale, non più sul retail, per migliorare in modo sostanziale le performance operative. Ma il 2010 sarà un anno comunque di transizione. Un'attenzione importante sarà rivolta al brand Carrera", ha spiegato al termine dell'assemblea l'AD Roberto Vedovotto, che verrà confermato oggi dal nuovo consiglio.

Il piano industriale, che esprimerà anche le sinergie con HAL, "verrà presentato penso intorno a ottobre, novembre di quest'anno", ha aggiunto il manager.

Vedovotto non si è voluto soffermare sull'andamento del business di Safilo, in attesa che nel primo pomeriggio il cda esamini il bilancio 2009, ma ha speso qualche commento sul trend del comparto dell'occhialeria.

"Il peggio per il settore sembra essere alle spalle, si intravvede qualche piccolo segnale di ripresa, meglio in alcune aree geografiche, come Usa e Asia, mentre in Europa le cose sono ancora complicate", ha sottolineato l'AD, ricordando che l'occhiale da vista sta dando "più velocemente segnali di ripresa" rispetto all'occhiale da sole.

Quest'anno sono in scadenza "un certo numero di licenze", tra cui Yves Saint Laurent, Dior. "Sono ottimista su alcune, meno su altre. Rinnoveremo solo le licenze che ha senso rinnovare da un punto di vista economico", ha voluto sottolineare Vedovotto.

Del nuovo consiglio, votato oggi dall'assemblea e in carica fino al bilancio 2012, farà parte anche il figlio di Vittorio Tabacchi, Massimiliano, che non assumerà la carica di vicepresidente, come ventilato invece da ipotesi stampa, "perchè non ci sarà una vicepresidenza".

Massimiliano Tabacchi, ha spiegato ancora l'AD, si occuperà della divisione sport che vale circa 60 milioni. Presidente di Safilo sarà Melchert Frans Groot, al momento membro del comitato esecutivo di HAL.

L'unica indicazione sul bilancio 2009 emersa a margine dell'assemblea riguarda l'indebitamento del gruppo, "dimezzato a circa 320 milioni" con un impegno complessivo intorno a 300 milioni da parte di HAL, "che tengo a sottolineare non è un private equity ma un fondo di partecipazioni industriali con una logica di investimento di lungo periodo".