BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo dopo rialzo tassi India

lunedì 22 marzo 2010 08:36
 

 ---------------------------------------------------------------
  INDICE                     ORE 8,30       VAR%   CHIUSURA 2009
  MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   416,16      -1,24          416,54
  HONG KONG .HSI          20.931,60      -2,05       21.872,50
  SINGAPORE .FTSTI         2.903,35      -0,42        2.897,62
  TAIWAN .TWII             7.835,98      -0.78        8.188,11
  SEOUL .KS11              1.672,67      -0,80        1.682,77
  SHANGHAI COMP .SSEC      3.074,576     +0,22       3.277,14
  SYDNEY .AXJO             4.830,203     -0,86        4.870,64
  INDIA .BSESN            17.508,97      -0,40       17.464,81
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 22 marzo (Reuters) - Borse in calo questa mattina
nell'area Asia Pacifico, con Tokyo rimasta ferma oggi per
festività.
 Pesa sugli indici azionari il rialzo a sorpresa dei tassi di
interesse deciso venerdì dalla banca centrale indiana, che ha
fatto scattare le speculazioni di provvedimenti analoghi in
altri paesi.
 Alle 8,30 italiane l'indice MSCI delle borse asiatiche
.MIAPJ0000PUS, che esclude Tokyo, arretra dell'1,2%.
 "Il merecato l'ha presa piuttosto male, c'è preoccupazione
per altre strette creditizie ed exit strategy in Asia, in
particolare in Cina" spiega uno strategist, che aggiunge: "non
vedo però internventi immediati in Cina; in India il problema
dell'inflazione è decisamente più serio".
 La Borsa indiana di Mumbai .BSESN cede circa mezzo punto
percentuale, limando decisamente le perdite dopo un'apertura sui
minimi.
 Tra le piazze più penalizzate c'è Hong Kong .HSI, che
perde il 2%. Vendite soprattutto sui titoli delle banche, come
Industrial and Commercial Bank of China (1398.HK: Quotazione), -2,4%, e su
quelli immobiliari, come Hang Lung Properties (0101.HK: Quotazione) che cede
il 3,7%. Sotto pressione anche il comparto petrolifero e
minerario, su cui si fa sentire anche la discesa delle
quotazioni delle materie prime. Il petrolifero Cnooc (0883.HK: Quotazione)
perde il 2,8%, il titolo del produttore d'alluminio Chalco
(2600.HK: Quotazione) il 3,8%.
 In controtendenza la piazza di Shanghai, l'unica della
regione, che recupera dopo un inizio di seduta negativo,
superando le preoccupazioni legate ad eventuali restrizioni
monentarie. L'indice relativo .SSEC chiude sui massimi delle
ultime tre settimane. Acquisti sui titoli bancari. Bank of
Communications (601328.SS: Quotazione) guadagna lo 0,37%.
 Cautela anche sulla Borsa coreana .KS11 che chiude con un
calo dello 0,8%, peraltro al termine di una serie di sedute
positive. A Seoul sono in particolare i titoli del settore
siderurgico ad appesantire le quotazioni: Posco (005490.KS: Quotazione) ha
perso il 3,29%.
 Tra le altre Borse Singapore .FTSTI limita la flessione
sotto il mezzo punto percentuale, mentre per Taiwan .TWII e
Sidney .AXJO il calo si avvicina al punto percentuale.