JP Morgan, per private banking piano espansione fuori da Usa

giovedì 11 marzo 2010 13:46
 

LONDRA, 11 marzo (Reuters) - La divisione di private banking di JP Morgan (JPM.N: Quotazione) ha avviato un piano di espansione internazionale con lo scopo di ridurre il focus sugli Stati Uniti, ampliare la presenza europea e sfruttare il bacino dei super-ricchi nei mercati emergenti.

Il piano, spiega il Ceo del private banking per la regione Emea, Pablo Garnica, prevede acquisizioni e un corposo programma di assunzioni.

"Non escludiamo alcuna possibilità di crescita di tipo opportunistico... non possiamo affidarci solo a un'aggressiva crescita organica", ha detto Garnica in un'intervista a Reuters, aggiungendo che la banca sta valutando potenziali target per acquisizioni nel Regno Unito e in Europa continentale.

"Nei nostri piani, la crescita internazionale ha un peso maggiore di quella domestica (negli Usa)", ha aggiunto il manager.

Nella sola regione Emea, prosegue Garnica, JP Morgan ha in programma un aumento del personale del 15% concentrato sui livelli senior nelle posizioni di relazione con i clienti, e non esclude di andare a caccia di interi team di esperti e specialisti di banche rivali.

La strategia di questo business, che si rivolge a investitori con oltre 20 milioni di dollari da impiegare, guarda con interesse alla nuova ricchezza creata nelle aree emergenti del Medio Oriente, ha aggiunto Garnica, essendo la creazione di nuovi milionari nelle economie mature stata ridotta ai minimi termini dalla crisi finanziaria.