Normativa hedge, rischio scontro tra Ue e Washington - FT

giovedì 11 marzo 2010 11:09
 

BRUXELLES, 11 marzo (Reuters) - Il segretario al Tesoro Usa Tim Geithner si è rivolto alla Commissione europea per avvertire che il piano di normativa sui fondi hedge e di private equity potrebbe creare tensioni con Washington.

Lo riferisce l'edizione odierna del 'Financial Times', citando una lettera datata 1 marzo del segretario Usa al commissario Ue Michel Barnier, responsabile per il Mercato interno, di cui il quotidiano non riporta però alcun diretto virgolettato.

Secondo Geithner, scrive 'FT', una normativa eccessivamente protezionista da parte dell'Unione porterebbe a uno scontro con Stati Uniti e Gran Bretagna.

L'ufficio del commissario Barnier non è stato finora in grado di confermare o smentire le indiscrezioni stampa.

I funzionari europei stanno lavorando a una nuova normativa sull'industria dei fondi hedge e chiusi, mirata a limitare i danni in caso di aggraversi della crisi finanziaria come avvenuto nel 2008-2009.

Una stretta sulla regolamentazione europea potrebbe naturalmente rivelarsi di grande impatto sull'industria dell'investimento alternativo per Usa e Regno Unito, sede della maggioranza dei fondi.

Secondo il quotidiano britannico, nella lettera di una pagina il segretario Usa sottolinea la necessità di collaborazione tra Europa e Stati Uniti.

Se la bozza europea allo studio divenisse legge Geithner ritiene che gli hedge fund, le società di private equity e le banche Usa potrebbero essere discriminate.