Siemens, vendita apparecchi acustici a rischio su prezzo - fonti

lunedì 22 febbraio 2010 17:44
 

MILANO, 22 febbraio (Reuters) - La vendita della divisione apparecchi acustici di Siemens (SIEGn.DE: Quotazione) difficilmente andrà in porto a causa delle differenze di prezzo tra il colosso industriale tedesco e i potenziali compratori.

E' quanto riferiscono diverse fonti vicine alla vicenda.

I soggetti in corsa per acquisire la divisione sono orientate a mettere sul piatto offerte vicine a 1,5 miliardi di euro, mentre Siemens chiede oltre 2 miliardi.

Il gruppo tedesco ha chiesto alle parti interessate di inviare le offerte vincolanti entro le 23 di stasera.

Secondo fonti di Siemens, non verranno prese in considerazione offerte inferiori a 2 miliardi.

La short list selezionata per l'invio delle offerte comprende un consorzio formato da Permira, Nordic Capital e dal produttore di apparecchi acustici Hansaton.

Un'altra cordata è composta da Kkr, Hellman & Friedman e dall'industria australiana Cochlear (COH.AX: Quotazione). Fonti finanziarie indicano in corsa anche Bain Capital e Cinven, ma non è chiaro se Bain presenterà un'offerta.

Diverse fonti finanziarie, nelle ultime settimane, hanno detto che gli operatori di private equity impegnati nella gara per la divisione di Siemens hanno ripreso in mano il dossier Amplifon (AMPF.MI: Quotazione), tornando a bussare alla porta dell'azionista di riferimento con in mano il progetto della creazione un polo industriale che unisca produzione e distribuzione di apparecchi acustici.

Oggi a Piazza Affari Amplifon ha perso l'1,87%, a 3,5325 euro, dopo aver rinnovato in giornata il massimo degli ultimi dodici mesi a quota 3,64 euro.