19 febbraio 2010 / 16:06 / tra 8 anni

PUNTO 1-Antichi Pellettieri, accordo per riscadenziamento debito

(aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Antichi Pellettieri AP.MI, controllata della famiglia Burani, ha sottoscritto con le banche creditrici un accordo di ristrutturazione del proprio indebitamento finanziario che prevede, tra le altre cose, il consolidamento e il riscadenziamento per un importo di circa 71 milioni al 31 dicembre 2014.

Il rimborso avverrà in un‘unica soluzione, insieme agli interessi del 3,5% annuo, salvo alcune ipotesi di rimborso anticipato in caso di proventi straordinari, come ad esempio distribuzione di dividendi da controllate e aumenti di capitale della società, spiega una nota.

Se il debito consolidato non fosse rimborsato a scadenza, Antichi Pellettieri si è impegnata a dismettere alcune partecipazioni tra cui Baldinini e Mosaicon, destinando i proventi al rimborso.

L‘intesa siglata con le banche prevede anche la riapertura delle linee di credito a breve termine della società, dice una nota.

Antichi Pellettieri ha poi sottoscritto, con riferimento a Mosaicon, un accordo con 3i Sgr (III.L) per la modifica del patto parasociale in modo da renderlo coerente con quanto previsto dal piano industriale e finanziario.

In particolare è stato neutralizzato il rischio che 3i eserciti l‘opzione d‘acquisto della quota di Antichi Pellettieri in Mosaicon in caso di cambio di controllo della società a valori non coerenti con quelli del piano.

La modifica del patto parasociale prevede poi che 3i diventi titolare di azioni di categoria D pari al 64% del capitale di Mosaicon, mentre Antichi Pellettieri avrà azioni di categoria C pari al 36%.

I diritti di governance saranno coerenti con le nuove partecipazioni al capitale.

Anche Mosaicon e le sue società controllate - Braccialini, Mandarina Duck, Francesco Biasia e Dadorosa - hanno sottoscritto un accordo di ristrutturazione del debito che ne prevede il consolidamento e il riscadenziamento.

In particolare l‘indebitamento finanziario di Mandarina Duck per 17,6 milioni e quello di Francesco Biasia per circa 9,2 milioni dovranno essere rimborsati entro il 31 dicembre 2017, quello di Braccialini per circa 2,1 milioni e quello di Dadorosa per circa 1,1 milioni entro il 31 dicembre 2015.

A disposizione di Mandarina Duck nuova finanza a medio/lungo termine per 5 milioni di euro, garantita da Mosaicon con un pegno sul 51% di Braccialini, con scadenza 31 dicembre 2014.

Il titolo Antichi Pellettieri ha chiuso in rialzo del 14,22%, balzando dopo l‘annuncio dell‘accordo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below